Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

A Cupello mostra e convegno “Follia e Benessere”

Giornata Mondiale della Salute Mentale 2021: 9 e 10 ottobre 2021

Redazione
Condividi su:

Istituita nel 1992 dalla Federazione Mondiale per la Salute Mentale (WFMH), e riconosciuta dall’OMS, la Giornata Mondiale della Salute mentale si celebra il 10 ottobre di ogni anno e promuove la difesa della salute mentale contro lo stigma sociale. Il pregiudizio verso colui che è in difficoltà è sempre vivo e giudizi stigmatizzanti sono di frequente lettura sulle piattaforme social e non solo.

I disturbi mentali sono tra le patologie più comuni nella popolazione generale. La depressione, in particolare, è la malattia più frequente al mondo. Nel loro complesso, i disturbi mentali sono più frequenti delle patologie oncologiche. Tendenza che è stata accelerata ed aggravata dalla pandemia da COVID- 19 che ha reso molto più evidenti le fragilità delle nostre comunità e più in generale della nostra società. 

L’emergenza sociale, acuita dal COVID-19, non si è rivelata solo un'emergenza economica ma una crisi che riguarda la nostra capacità di reagire ad una condizione di stress collettivo. L’infodemia, caratterizzata da una quantità eccessiva di informazioni, talvolta non vagliate con accuratezza, conferma tutte le difficoltà che incontra chi vuole promuovere il benessere sociale.

A seguito di una conversazione tra artisti e professionisti della Salute Mentale, tutti operanti nel territorio del Vastese, il Comune di Cupello ha deciso di aderire alla Giornata Mondiale sulla Salute Mentale al fine di contrastare questo stigma favorendo un dibattito sulle nostre fragilità.

Malattia Mentale non vuol dire Follia. Citando Lacan: “l’essere dell’uomo non solo non può essere compreso senza la follia, ma non sarebbe l’essere dell’uomo se non portasse in sè la follia come limite della sua libertà”. In altri termini, tutti abbiamo un grado di follia senza il quale non saremmo umani e tutti abbiamo necessità di capirla e gestirla.

In tal senso, l’Arte ha la possibilità di favorire una riflessione sullo stigma e sull'importanza di riscoprirci animali sociali. La condivisione delle proprie emozioni, la lettura critica della realtà, la capacità di chiedere e ricevere aiuto sono fattori protettivi per il nostro vivere in salute. L’Arte, in qualunque forma essa sia espressa, può aiutarci a riflettere e a vivere meglio.

Sabato 9 e domenica 10 ottobre, dalle 17 alle 20 si potranno ammirare le opere artistiche di Emeid, Verino Iacovitti, N30, Sprint2, 5in Art, Daniele db, Michele Amicucci, Doriana Alfiero, Sancio, Antonio Iannone, Poetessa Stella nella Sala Multimediale del Comune di Cupello.

Domenica 10 ottobre dalle ore 17 è previsto un convegno nella Sala Consiliare del Comune con la presenza del Sindaco G. Di Florio e l’assessore alle politiche sociali e servizi alla salute G. Chioli.  G. Paganelli farà la presentazione dell’esposizione d’arte, A. Gentile parlerà della Salute mentale nel 2030, S Abbondanza, della terapia cognitivo comportamentale in pandemia, A. Prezioso della lettura psicoanalitica dell’infodemia da Covid 19 e P. Ciarelli del disagio giovanile e pandemia.

E’ previsto l’ingresso libero tramite green pass e mascherina.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook