Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Viola i domiciliari, boss del Gargano arrestato a Vasto

Scontava la misura cautelare in città, ma in più occasioni l'ha infranta. Carabinieri in azione

redazione
Condividi su:

Nella serata di ieri i Carabinieri di Vasto hanno tratto in arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Bari, un uomo di 34 anni, originario della provincia di Foggia, area del Gargano, del quale rese note le sole iniziali, D.M.D. 

Lo stesso, a seguito di indagini condotte dai Carabinieri del Comando Provinciale di Foggia, fu arrestato nel mese di ottobre 2019 in un appartamento alle isole Canarie in quanto ritenuto elemento di spicco di un clan operante a Vieste, a seguito della maxi operazione “Neve di Marzo” coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Bari.

Estradato in Italia nel successivo mese di novembre 2019, dopo aver scontato alcuni mesi di detenzione in carcere, ha beneficiato della misura cautelare personale meno afflittiva degli arresti domiciliari da scontare in Vasto.

Nel corso di consuetudinari controlli rivolti a persone sottoposte a misure limitative della libertà personale, i militari operanti hanno accertato e segnalato alla competente Autorità Giudiziaria, ripetute violazioni delle prescrizioni imposte chiedendo il ripristino della misura custodiale in quanto ritenuta unica misura idonea a garantire le esigenze cautelari. Valutata la personalità dell’indagato e le segnalazioni dei Carabinieri, il Gip di Bari, ha emesso aggravamento di misura cautelare in corso disponendo l’associazione alla più vicina Casa Circondariale.

I Carabinieri di Vasto e Foggia hanno quindi raggiunto il soggetto e, dopo le formalità di rito, lo hanno associato alla Casa Circondariale di Torre Sinello a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante.

Condividi su:

Seguici su Facebook