Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Casalbordino: Palazzo Furii gremito per i due giovani talenti nostrani

| di Luisa D'Aurizio
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Serata magica quella di ieri a Casalbordino che ha visto un Palazzo Furii gremito di persone per assistere all’evento culturale in cui hanno presentato le loro opere i due artisti locali Desirée D’Anniballe e Massimo Carulli. L’atmosfera calda della location abbellita da luci colorate e candele, il calore del pubblico per i due artisti e le note d’autore di Ambrosino ci hanno accompagnati in questo viaggio alla scoperta di questi due talenti nostrani, presentati dalla simpatia e professionalità di Carlo Antognetti e Manuela Pretoro della Nuova Libreria di Vasto.

Con il libro “Il linguaggio come luogo dell’altro: Sergio De Risio e la sua poesia” Desirée ci ha fatto conoscere lo scrittore scernese, forse ancora troppo poco noto al pubblico, uno degli autori più incompresi del nostro panorama letterario. Egli ci fa vivere con la sua poetica il dramma dell’afasia, dell’insufficienza della parola per spiegare il mondo che ci circonda, ma ci trasmette anche la consapevolezza che essa resta pur sempre il mezzo di cui il poeta si serve per raccontare se stesso e ciò che lo circonda.

Massimo Carulli invece ci presenta il fumetto “Odio la Sevel”, recentemente premiato a Torricella Peligna con il premio John Fante 2015, un testo avvincente che, lungi dall’essere una critica politica o di classe, vuole invece esprimere l’amore dell’autore per la sua terra e le sue radici.
I due autori hanno recentemente collaborato l’una al testo dell’altro, Desirée scrivendo la prefazione del fumetto di Massimo, il quale a sua volta ha disegnato la copertina per il libro di Desirée.
Il tutto accompagnato da squisiti intermezzi musicali del cantautore napoletano Ambrosino, in un perfetto connubio tra arti.

Soddisfatto per la riuscita il fautore principale dell’evento Carlo Antognetti, il quale ci dice che ha fortemente creduto in questo progetto, portandolo avanti con tenacia al fine di presentare al pubblico cultura nuova e volti giovani: <

Luisa D'Aurizio

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK