Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

In Abruzzo la chitarra serve per fare la pasta

La pasta alla chitarra è un’eccellenza della cucina tipica abruzzese

| di Redazione
| Categoria: Enogastronomia
STAMPA

Tutti gli abruzzesi conoscono uno degli strumenti emblematici della cucina tipica dell’Abruzzo: la chitarra, antico telaio rettangolare in legno, con le corde, dei fili d’acciaio tesi, che producono un caratteristico suono.

Basta sovrapporre la sfoglia di pasta all’uovo e fare una leggera pressione con il mattarello per ottenere dei grossi spaghetti, spessi e squadrati, porosi, in cui il sugo si amalgama molto bene. Per realizzarla ci vogliono: pazienza, molta esperienza e amore per la cucina abruzzese.

La chitarra fu ideata dai setacciari abruzzesi per rendere più facile alle massaie il taglio esatto degli spaghetti fatti in casa. Il primo prototipo risale al 1860, dopo l'introduzione in Italia del filo d'acciaio, diffuso dai tedeschi. L'attrezzo era chiamato in origine "carratore per pasta" (in dialetto "lu carraturə") e, in questa versione, è citato in un documento notarile pescarese del 1871, tra i tanti oggetti facenti parte del corredo della sposa. Il nome "carratore" deriva dal francese carrer, che significa squadrare regolarmente, e gli è stato attribuito nel luogo di origine durante l'influenza linguistica transalpina sul dialetto abruzzese, protrattasi dal periodo angioino fino al periodo murattiano. Soltanto ai primi del Novecento il "carratore" cominciò ad essere chiamato "chitarra", come riportato nel “Vocabolario dell’uso abruzzese” di Gennaro Finamore del 1893 dove si legge “Catarre o Chetarre” (probabilmente a causa di una evoluzione linguistica più moderna), ma anche perché i fili stesi sul telaio assomigliano alle corde di una chitarra. Con il cambiamento del nome si modificarono anche gli ingredienti per realizzare i noti “Spaghetti alla chitarra”.

La pasta alla chitarra è il piatto per eccellenza della cucina tipica abruzzese, è come dire: “Benvenuto in Abruzzo”. È il simbolo della domenica in famiglia. È il senso di complicità con il territorio che unito alla semplicità delle materie prime dà vita ad una vera specialità culinaria.

Redazione

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK