Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Antonio Argentieri nominato segretario nazionale per l'Irlanda: “Promuovere iniziative per lo sviluppo culturale delle comunità italiane all'estero”

Il pastry chef vastese: “Confido nelle capacità maturate negli anni nel mondo con i miei lavori a contatto con il pubblico ed enti”

Condividi su:

Il Covid-19 non ferma l’entusiasmo e la voglia di fare. Partecipazione a “San Remo D.O.C” e “Casa Sanremo” per il Festival 2020, promozione delle serate di gala nel settore alimentare e dolciario, creazione di rubriche settimanali dedicate alle ricette targate #argentieripastrychef sono soltanto alcuni degli obiettivi raggiunti da Antonio Argentieri, noto pastry chef del Vastese, originario di Monteodorisio, che ha annunciato la sua nomina a segretario nazionale per l'Irlanda.

“La nomina era già avvenuta ufficiosamente alla fine dello scorso anno, ho ricevuto il documento ufficiale dall'A.I.M. (Associazione Italiani nel Mondo) nella persona del Presidente Guido Vacca che ringrazio nuovamente, per la fiducia riposta in me e nel mio operato nel mondo, a favore dell’Italia. Come già riferito al presidente, - spiega Argentieri - non vedo l'ora di iniziare a stabilire contatti con istituzioni, enti e personalità del mondo culturale e scientifico del Paese ospitante per favorire le proposte e i progetti per la conoscenza della cultura e della realtà italiane o comunque finalizzati alla collaborazione culturale e all'aggregazione dei nostri tanti connazionali in Irlanda.”

“Uno dei miei intenti – aggiunge - è promuovere iniziative, manifestazioni culturali e mostre a sostegno per lo sviluppo culturale delle comunità italiane all'estero, per favorire sia la loro integrazione nel Paese ospitante che il rapporto culturale con la patria d'origine. Promuovere i nostri talenti con le loro tipicità anche regionali all'estero è l'altro intento nel mio percorso. Senza dubbio ci sarà tanto da lavorare e realizzare, ma confido nelle capacità maturate negli anni nel mondo con i miei lavori a contatto con il pubblico ed enti, e alle tante persone amiche che ho sul posto in Irlanda, poiché insieme possiamo fare la differenza. Un caro saluto – conclude il pastry chef - va a tutti gli associati A. I. M. nel mondo, augurando loro un buon lavoro, insieme per un'Italia vincente nel mondo. Auguro un buon anno ricolmo di serenità e soddisfazioni personali.”

 

Condividi su:

Seguici su Facebook