Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Chi sono i veri "maestri" dell'amore? I nostri nonni

Nella giornata mondiale a loro dedicata, il racconto di una 'piccola, grande storia'

| di Lucia Di Candilo
| Categoria: Varie | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Si celebra oggi la Giornata mondiale dei Nonni, introdotta come ricorrenza civile nel 2005 per celebrare l'importanza del ruolo svolto all'interno di famiglia e società. Nella stessa giornata, invece, la chiesa cattolica celebra gli Angeli custodi.

I nonni, secondi genitori per molti bambini, compagni d'infanzia sempre pronti a difendere i propri nipoti. Spesso si accendono dibattiti sull'eccessivo permissivismo dei nonni che, a volte contro il consenso dei genitori, permettono ai piccoli tutte quelle marachelle negate da mamma e papà. Anche durante l'adolescenza i nonni ci sono sempre e con i loro preziosi consigli riescono a risolvere persino i problemi di cuore più ingarbugliati dei loro amati nipoti, con i loro grandi insegnamenti ci accompagnano per tutta la vita. Purtroppo, però, la loro età cresce e insieme a quella si moltiplicano anche gli acciacchi e le malattie, così i nostri cari nonni possono diventare nel tempo degli Angeli custodi.

Oggi per festeggiare i nonni voglio raccontare la storia dei miei, una vita d'amore che continua nonostante la malattia.

Negli ultimi anni mia nonna, che prima fungeva da "perno" per la nostra famiglia, si è ammalata di Alzheimer; la malattia nel tempo ha galoppato progredendo molto velocemente e cambiando inevitabilmente lo stile di vita di tutte le persone che le stavano accanto, in modo particolare quella del marito, mio nonno.

Sin dall'inizio della malattia lui si è mostrato molto amorevole nei suoi confronti accudendola, curandola, difendendola come una bambina fino a che, qualche mese fa, nonna cadendo si è rotta il femore ed è finita in ospedale prima e in un centro riabilitativo poi. Apparentemente la tragedia, in realtà è stato proprio in quei giorni che io ho imparato e scoperto l'amore.

Continua su iltrigno.net (clicca qui)

Lucia Di Candilo

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK