Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

MotoGP, Iannone non sfata il tabù Malesia e va fuori per “colpa” di Marquez

Incredibile caduta del vastese, che per evitare il collega scivola e abbandona la gara

| di Nicola Di Santo
| Categoria: Sport
STAMPA

Quando Marquez e Iannone sono a confronto, si può stare sicuri che qualcosa accadrà. Lo insegna la storia passata e recente. Nelle qualifiche di ieri, lo spagnolo era stato punito dalla direzione gara per aver ostacolato il vastese durante un giro veloce. A causa della sua “guida irresponsabile”, il neo campione del mondo era stato retrocesso dalla pole position alla settima posizione, mentre il pilota della Suzuki aveva guadagnato la prima fila salendo in terza casella. Oggi invece è accaduto l’incredibile, con “il Maniaco” che ha dovuto concludere la sua gara dopo poche curve per evitare Marquez, che stava perdendo il controllo della moto. Ma mentre il “Marcziano” si è salvato come al suo solito, il vastese ha perso irrimediabilmente l'anteriore, dicendo così addio alla gara di Sepang per la quinta volta nelle ultime sei apparizioni.

La gara - Rossi e Zarco, partiti rispettivamente secondo e primo, scattano meglio di Iannone, che si ritrova quarto dietro a Miller. Al passaggio in curva 15 avviene il fattaccio. Marquez supera Iannone in rettilineo e sembra scivolare durante la piega a sinistra; il vastese, nel frenare per scongiurare l'impatto, fa altrettanto, ma a differenza dello spagnolo esce sconfitto dal confronto con le leggi della fisica e abbandona anzitempo la corsa.

Rossi e Zarco continuano a comandare, con Marquez che sorpassa Miller e mette nel mirino il francese. Il n.93 della Honda riesce nel suo intento al quinto giro con un bellissimo e rischioso sorpasso all’interno del pilota Yamaha, che lo porta così in seconda posizione. Ma il dominio di Rossi inizia ad essere concretamente insidiato da Marquez soltanto nel finale di gara. Quando si inizia a pregustare l’imminente lotta tra i due rivali per la vittoria, s’infrangono i sogni degli appassionati. Al diciassettesimo giro, infatti, “il Dottore” perde il controllo della moto in curva 1 e spalanca così le porte all’ennesimo trionfo dello spagnolo, seguito da un eccellente Alex Rins e da Zarco.

Sepang maledetta per Iannone, la cui casella sotto la voce “GP Malesia” dice “zero punti” nelle ultime sei uscite, che hanno "fruttato" ben cinque ritiri e un diciassettesimo posto. Concluso l'impegnativo trittico Giappone-Australia-Malesia tra luci e ombre, il vastese fra due settimane è atteso a Valencia nella sua ultima prova stagionale in Suzuki. Starà a lui decidere se farsi rimpiangere o meno dalla casa giapponese prima del suo passaggio in Aprilia, dove lo attenderanno stagioni sicuramente più difficili e avare di soddisfazioni.

Nicola Di Santo

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK