Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Andrea Iannone è grande ad Aragon, il suo è un bellissimo terzo posto

Il vastese conquista il terzo podio stagionale in Spagna, dove trionfa Marquez su Dovizioso. Quarto Rins

Condividi su:

“Iannone is back”. Lo slogan della coreografia interista preparata per il ritorno in Champions League - "We are back" - ben si adatta al grande ritorno sul podio di Andrea Iannone, ad Aragon autore di una bellissima gara dalla quale poteva forse ottenere anche qualcosa in più. Poco importa, perché il vastese può festeggiare alla grande il suo meritato terzo podio stagionale. Vince Marquez, che a tre giri dalla fine sorpassa Dovizioso e mette una seria ipoteca sulla conquista del titolo mondiale. Quarto Rins, ottavo Rossi.

La gara - Grande avvio di Iannone, pessimo quello di Lorenzo, che cade in curva 2 e aiuta il vastese a guadagnare due posizioni e a mettersi così alle spalle di Dovizioso e Marquez. Dalla seconda tornata, infuria la battaglia tra Iannone e il suo compagno di squadra Rins, con quest’ultimo che ne esce vincitore al giro successivo e che tallona subito la Honda di Marquez.

Al quarto giro cade Crutchlow, mentre il duo di testa Dovizioso-Marquez non riesce ad andare in fuga sulle due Suzuki. Nella tornata successiva Iannone deve difendersi dagli attacchi di Pedrosa e al tempo stesso cercare di rimanere in scia a Rins. A dodici giri dal termine Pedrosa, quinto, ha uno svantaggio di quasi 1,2 secondi sul vastese, che però, insieme a Rins, inizia a perdere terreno sui rivali Dovizioso-Marquez.

Posizioni che cambiano a dieci giri dal termine, quando lo spagnolo infila l’italiano con un gran sorpasso all’interno e si porta in testa alla corsa. Accade lo stesso nella lotta intestina tra le due Suzuki, con il vastese che così passa Rins. I due davanti danno spettacolo e consentono a Iannone di rifarsi sotto a otto giri dalla fine, quando si trova a soli tre decimi da Marquez. Il quartetto di testa si è ormai ricompattato, ma Iannone non riesce ad avvicinarsi quel quanto che basta per sferrare l’attacco decisivo. Cosa che avviene solo con un largo di Marquez, con lo spagnolo che si riprende però subito la seconda piazza e che a tre giri dalla fine addirittura infila Dovizioso. Iannone, terzo, prima ci prova a farsi valere per la vittoria, poi si ritrova troppo lontano per sperare in qualcosa di più. Ma il risultato di oggi è molto più che positivo. Il vastese, almeno oggi, è tornato, e alla grande.

Foto tratta dalla pagina facebook di Suzuki Ecstar.

Condividi su:

Seguici su Facebook