Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

MotoGP, primo passo falso di Iannone: il vastese cade a Le Mans

Finisce il periodo magico del “maniaco”, che sognava il terzo podio di fila. Vince Marquez, poi Petrucci e Rossi, out Dovi e Zarco

| di Nicola Di Santo
| Categoria: Sport
STAMPA
Foto tratta dalla pagina facebook di Suzuki Ecstar

Dopo i due podi consecutivi di Austin e di Jerez, Andrea Iannone cade a Le Mans e vede inaspettatamente infrangersi i suoi sogni di gloria. Vince Marc Marquez, al suo terzo successo di fila, seguito da un coriaceo Danilo Petrucci e da un ottimo Valentino Rossi. Da segnalare l’ottavo posto dell'acciaccato Cal Crutchlow, ieri protagonista di un brutto incidente in Q1 che poteva pregiudicargli la partecipazione alla gara.

La gara - Iannone, partito dalla quarta casella, guadagna una posizione e si mette alle spalle di Lorenzo e di Zarco, autore della pole record. Ma il pilota vastese termina la gara già dopo poche curve, quando perde l’anteriore e finisce irrimediabilmente sulla ghiaia.

Al terzo giro Dovizioso, autore di una gran partenza, passa il francese della Yamaha e si mette all’inseguimento del compagno di squadra. Alla quinta tornata l’italiano supera Lorenzo, ma in curva 6 cade esattamente con le stesse modalità del vastese, firmando così il suo secondo k.o. consecutivo. Al comando ripassa quindi il maiorchino, seguito da Zarco, Marquez, Petrucci e Rossi. Al settimo giro il campione del mondo in carica sorpassa il francese, che controbatte quasi subito e si riprende la seconda posizione. Ma anche in questo caso l’impresa del pilota è effimera, poiché Zarco va ad aggiornare l’elenco dei caduti con la sua scivolata in curva 8.

Marquez al decimo giro sorpassa Lorenzo e si erge a leader della corsa, mentre il pilota Ducati accusa un crollo irreversibile e cede progressivamente in favore di Petrucci, Rossi e Miller. Le tre posizioni di testa risultano tutte congelate, dato che ognuno dei piloti gode di un largo margine sul successivo. La gara trova qualche motivo di interesse soltanto nelle battaglie che si consumano ai margini della top ten. Marquez taglia così trionfalmente il traguardo per la terza volta consecutiva e va già in fuga in classifica mondiale. Lo spagnolo è seguito dai due italiani Petrucci e Rossi che, con il loro podio, mitigano la delusione per le cadute di Iannone e Dovizioso.

Ci si aspettava il terzo podio di fila da Iannone, oggi costretto per la prima volta in stagione a pagare dazio alla sfortuna, a quanto pare provocata da una cattiva gestione termica delle gomme Michelin che ha messo fuori gara molti piloti. Un weekend che prima della gara odierna era stato sicuramente positivo per il vastese, il quale aveva conquistato la quarta piazza nelle qualifiche ufficiali e aveva ben figurato anche nelle prove libere del sabato. Stamattina, inoltre, “il maniaco” aveva brillato con il terzo tempo nel warm up, ponendosi alle spalle di Marquez e di Dovizioso. Evidentemente Le Mans rimane una pista stregata per Iannone, il quale proverà a spezzare l’incantesimo l’anno prossimo e a riconquistare l’ambito podio già dalla gara successiva del Mugello, il tracciato di casa dove invece ha brillato in carriera con due vittorie in Moto2 e due podi in MotoGP.

Nicola Di Santo

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK