Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Incubo sull'A14: getta ragazzina dal viadotto, poi si toglie la vita lanciandosi

Il dramma nel tratto Chietino dell'autostrada. Muoiono 12enne e l'uomo, di 49 anni. Sospetti pure sulla morte della compagna, madre della bambina

Condividi su:

Nonostante i tentativi per farlo desistere alla fine si è lanciato nel vuoto l'uomo rimasto in bilico per ore sul viadotto dell'A14 dopo avere gettato di sotto una ragazzina di 12 anni, figlia della convivente.

Fausto Filippone, 49 anni, dirigente della Brioni - questo è il nome dell'uomo - è morto sul colpo. Così come, secondo i soccorritori, è morta sul colpo la ragazzina a cui Filippone non ha fatto avvicinare nessuno per ore, proprio con la minaccia di uccidersi.

Il viadotto Alento dell'autostrada A14 è alto circa 40 metri e l'area sottostante è molto impervia. L'uomo ha scavalcato la rete di protezione a cui si è tenuto aggrappato per oltre sei ore. A nulla è servita la presenza del 'mediatore' sull'autostrada chiusa al transito nel tratto. Così come non è servita la presenza della sorella dell'uomo che più volte è stato sentito gridare più volte le parole 'scusa scusa'.

La tragedia sarebbe collegata alla caduta di una donna, stamane a Chieti, da un balcone al quarto piano. La donna - che si ritiene possa essere la compagna dell'uomo, era stata soccorsa dal 118 morendo in ospedale poco dopo per le gravi lesioni riportate

Condividi su:

Seguici su Facebook