Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Nuovi casi covid a Casalbordino, inviti alla prudenza ma nessun allarmismo

Dopo mesi di tregua in pochi giorni nuovi positivi individuati, anche tra i giovanissimi. Dopo un massiccio screening con i tamponi solo 16 il dato delle positività.

Condividi su:

In questi ultimi giorni, con l’irrompere delle rigidità autunnali, si sta registrando in tutta Italia l’aumento di nuovi contagi da Covid19. Per la prima volta dopo mesi mercoledì 17 l’intero Paese è tornato a registrare il superamento dei 10.000 casi, il Presidente della Regione Abruzzo Marsilio di fronte l’incremento delle positività  si sta attivando per fronteggiare la situazione.

Dal marzo scorso moltissimi comuni sulle pagine social (soprattutto facebook) quotidianamente hanno aggiornato sull’evoluzione della situazione, aggiornamenti in larga parte interrotti con l’azzeramento dei contagi in questi ultimi mesi. Tra questi l’amministrazione comunale di Casalbordino guidata dal sindaco Filippo Marinucci. Che, lo scorso 15 novembre, dopo mesi di tregua ha informato la cittadinanza di nuovi casi positivi riscontrati nella comunità.

Rispettare le regole, mascherina e laviamoci le mani l’invito sulla pagina facebook del Comune nella giornata di ieri. Un invito alla prudenza e a tutelarci. Senza nessun allarmismo ma solo, appunto, una saggia ed equilibrata prudenza. Alcune positività sono state riscontrate nella comunità scolastica interessando anche la Scuola Secondaria di Primo Grado.

Il sindaco Filippo Marinucci ci ha comunicato che nel pomeriggio del 23 novembre sarà nuovamente attivo, saranno poi programmati altri giorni  di apertura, presso l’Auditorium Comunale “Tito Molisani” in via Martiri dell’11 settembre l’hub vaccinale a servizio dell’Unione dei Comuni.

 Alla nostra testata Carla Zinni, assessore all’istruzione, ha riportato il dato che attualmente in paese «i positivi sono 16. Solo due classi – presso la scuola secondaria di primo grado - sono in quarantena, altre sono state poste in didattica a distanza dal Preside». L’assessore Zinni sottolinea che «la scuola sta procedendo alle sanificazioni» aggiungendo un invito a procedere con equilibrio e saggezza senza lasciarsi andare ad allarmismi.

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook