Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Cani 'bagnini' e moto d'acqua, rafforzato il presidio di sicurezza sulla costa vastese

Un primo bilancio del weekend di Ferragosto dell'Ufficio Circondariale Marittimo

redazione
Condividi su:

Gli uomini e le donne dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vasto, sotto il coordinamento della Capitaneria di Porto di Ortona hanno incrementato nell’ultimo periodo lo svolgimento dei servizi esterni d’istituto volti a garantire sia la regolare fruizione delle aree demaniali marittime che degli specchi acquei destinati alla navigazione diportistica, svolgendo nel contempo una intensa attività informativa e di sensibilizzazione nei confronti dell’utenza marittima, come ben evidenziata sul sito istituzionale del Corpo.

Ottimale è stato il dispositivo messo in atto nell’appena trascorso weekend di Ferragosto che ha visto implementati i servizi di assistenza e salvataggio lungo il territorio di giurisdizione, grazie alla sensibilità delle Associazioni di Salvataggio operanti sul litorale di giurisdizione, dapprima con la presenza delle unità cinofile della Scuola Italiana Cani Salvataggio per garantire quindi una sempre maggior sicurezza balneare e marittima, tesa alla salvaguardia della vita umana in mare, e successivamente grazie al dispiego di moto d’acqua lungo lo specchio acqueo di competenza per garantire una maggiore tempestività in caso di intervento.

In concomitanza, la Guardia Costiera vastese ha implementato l’attività di pattugliamento a terra ed a mare raddoppiando il dispositivo di personale preposto, nelle fasce orarie più intensamente frequentate dall’utenza, che sotto il coordinamento della Sala Operativa ha visto operare giornalmente due autopattuglie via terra e due mezzi nautici a mare e che continuerà nella giornata odierna. Detto apparato, in caso di soccorso, verrà integrato dal dispositivo SAR delle limitrofe
Capitanerie di Porto.

Inoltre, secondo le direttive emanate dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili ai sensi del Codice della nautica da diporto, è in corso la campagna denominata “Bollino Blu 2021”, destinata, a fini preventivi, ad accertare la regolarità della documentazione di bordo, delle dotazioni di sicurezza nonché dei titoli abilitativi delle persone al comando dei mezzi nautici destinati ai fini ludico-ricreativi e ai connessi usi commerciali.

Si ritiene opportuno rammentare all’utenza l’importanza di segnalare eventuali situazioni di pericolo concreto e attuale chiamando direttamente al recapito telefonico 1530, quale numero di pubblica utilità attestato alla Guardia Costiera per le emergenze in mare, denominato “Numero Blu” nonché di riporre sempre la necessaria attenzione e diligenza per prevenire i pericoli e le situazioni di pregiudizio.

Si raccomanda, sempre e comunque, buon senso, prudenza, rispetto ed amore per il mare e porre in essere quelle piccole, ma essenziali, regole dettate per contrastare l’emergenza Covid-19, al fine di continuare a trascorrere una serena e tranquilla estate.

Condividi su:

Seguici su Facebook