Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Covid-19, vaccinazioni verso nuova fase. Prime prenotazioni con Johnson & Johnson

Il direttore generale della Asl Lanciano-Vasto-Chieti Thomas Schael fa il punto della situazione

| di Ufficio Stampa e Comunicazione Asl Lanciano-Vasto-Chieti
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Obiettivo 3.500 vaccinazioni al giorno in provincia di Chieti, con gli hub di Chieti Lanciano e Vasto schierati sui grandi numeri.

Questo l’impegno della Asl alla vigilia di appuntamenti importanti ai fini di dare all’attività vaccinale la necessaria accelerazione, da contemperare con le tipologie di dosi a disposizione. In questi giorni, infatti, sono stati frequenti i casi di persone che hanno onorato la prenotazione e poi rifiutato la vaccinazione, a conclusione dell’anamnesi e colloquio con il medico, una volta appreso che sarebbe stata somministrata una dose di AstraZeneca

Le disponibilità. Il Direttore generale della Asl Thomas Schael ha chiarito durante la riunione con i sindaci di Chieti, Lanciano, Ortona, Vasto e San Salvo, il Prefetto Armando Forgione, il Rettore dell’Università “D’Annunzio” Sergio Caputi e la Presidente dell’Ordine dei Medici Lucilla Gagliardi, che la fascia di età 60-79 anni viene vaccinata con AstraZeneca, mentre Pfizer e Moderna sono riservati agli ultra fragili e over 80. “Questa organizzazione è l’unica possibile con le dosi che abbiamo a disposizione - ha specificato - ed è bene che sia chiaro a tutti, così come dev’esserlo altrettanto che gli utenti che rifiutano il tipo di vaccino proposto avranno una nuova possibilità quando saranno esaurite tutte le altre categorie”.

Finora complessivamente sono state somministrate 105 mila dosi, di cui 20 mila AstraZeneca (69% prima dose, 31% di richiamo), con una copertura del 20% della popolazione con la prima dose e il 9% anche con la seconda. Buona la copertura sugli over 80, di cui risulta vaccinato almeno con una dose l’83% degli iscritti in piattaforma, mentre sul fronte dei fragili il 50% degli iscritti ha ricevuto la prima dose.

Università. Il Rettore ha anticipato la volontà dell’Università di entrare nella campagna vaccinale con un ruolo più attivo con i propri medici, non appena l’impegno potrà essere formalizzato anche con l’Assessorato regionale alla Salute.

Johnson & johnson. Le prime dosi saranno somministrate giovedì e venerdì a Ortona presso il Centro vaccinale che sarà aperto nei locali della Micoperi, nella zona industriale. Le prenotazioni sono aperte già da oggi alle categorie 60-69 e 70-79 anni. La previsione è di vaccinare 500 persone al giorno.

Prenotazioni. Per avere accesso alla vaccinazione è necessaria la prenotazione. Solo anziani e fragili in precedenza iscritti sulla piattaforma regionale vengono chiamati per telefono dagli operatori Cup che comunicano la data e il luogo in cui presentarsi.

PalaMasciangelo. L’hub di Lanciano sarà operativo da sabato 1° maggio con 5 linee vaccinali, e opererà in sinergia con il Centro vaccinale di San Vito, come accade tra Vasto e San Salvo, che hanno sviluppato un modello di integrazione efficace e utile ai cittadini.

 

Ufficio Stampa e Comunicazione Asl Lanciano-Vasto-Chieti

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK