Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Voga in rosa: determinazione e tenacia

L’esperienza di Paola Cherchi

Condividi su:

Da tre anni Paola Cherchi, insegnante di scuola primaria di Vasto fa un’attività sportiva molto particolare, quella di voga femminile.

Dopo essersi dedicata in passato a molti sport, dal nuoto alla pallavolo, poi al calcio femminile semiprofessionale in Sardegna, la sua regione d’origine, un infortunio importante la porta a fare una lunga pausa sportiva. A Vasto una collega, tre anni fa, l’ha coinvolta a partecipare alla squadra femminile di voga e Paola ha accolto con entusiasmo di mettersi in gioco in questo sport. Si allena costantemente con le colleghe della voga al porto e partecipano a tornei.

Invita tutti a questo riguardo, domenica 23 luglio 2017 a Vasto Marina, al Pontile, alla tappa del  Trofeo dell'Adriatico e dello Ionio, in memoria di Antonio Ritucci, competizione per imbarcazioni a 10 remi a cui partecipano equipaggi di diverse località del Molise, della Puglia e dell’Abruzzo, dalle ore 9 alle 18 con gare maschili e femminili.

Paola dice che fare voga è uno sport bellissimo perché ti mette in relazione con altre persone. E’ importante avere tutte e dieci lo stesso ritmo. E’ uno sport di squadra dove il motto è “tutte per una e una per tutte. Bisogna avere una forza muscolare sicuramente ma anche una forza interiore: mettersi in gioco e non farsi scoraggiare dalle difficoltà, questo vale nello sport e nella vita.

Paola consiglia a tutte le donne di dedicarsi ad uno sport, per affrontare il nuovo e non farsi mai abbattere da nulla. Nonostante le difficoltà della vita bisogna sempre reagire e andare avanti in una sfida continua e lo sport aiuta molto.

Condividi su:

Seguici su Facebook