Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

USO CORRETTO DELL'ACQUA, L'APPELLO DELLA SASI

Condividi su:
Il presidente della Sasi, la società per il servizio idrico integrato, Massimo Cirulli, ha inviato nei giorni scorsi una lettera ai comuni appartenenti all'ATO n. 6 del Chietino, quindi anche a quelli del Vastese, avente per oggetto il corretto utilizzo della risorsa idrica. ''A fronte della prima ondata di caldo - si legge nella missiva - è stato registrato un notevole aumento dei consumi idrici, determinando di conseguenza una situazione di difficoltà nell'assicurare da parte del gestore l'approvvigionamento idrico necessario''. L'aumento dei consumi di acqua potabile registrato, secondo le stime del gestore del servizio idrico, non può essere ascrivibile ad una massiccia presenza turistica in zona, come invece solitamente avviene nei mesi di luglio e agosto. ''E' evidente dunque - continua la nota del presidente Massimo Cirulli - che della risorsa idrica è in corso un uso improprio, ovvero diverso da quello previsto contrattualmente e dalla Carta del servizio vigente, che sbilancia il sistema e, soprattutto, penalizza indiscriminatamente tutta la popolazione, anche chi utilizza l'acqua potabile correttamente e con criterio''. Chiaro il riferimento all'utilizzo, improprio appunto, dell'acqua potabile per scopi agricoli, per irrigare quindi le colture, una modalità che prevede l'utilizzo di ingenti quantitativi di risorse idriche. ''Per fronteggiare il problema - conclude la nota della Sasi - si chiede la collaborazione dei Comuni affinché con le strutture preposte e competenti in qualità di pubblici ufficiali, si proceda a disciplinare correttamente l'utilizzo della risorsa idrica, eventualmente con le opportune sanzioni''. Un corretto utilizzo dell'acqua potrebbe scongiurare il pericolo di dover far ricorso alla razionalizzazione per far fronte all'aumento della richiesta che solitamente si registra nei mesi estivi.
Condividi su:

Seguici su Facebook