Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Nasce “Cori Uniti Medio-Alto Vastese - Voci d’Abruzzo”

In tutta Italia è una delle prime esperienze corali che unisce un territorio così ampio

Condividi su:

È nata lo scorso ottobre la corale “Voci d’Abruzzo”, che abbraccia, nel segno della musica, tutti i paesi del Medio-Alto Vastese.

In realtà, l’idea è partita qualche anno fa, da un progetto fortemente sostenuto dall’allora presidente della comunità montana e sindaco di Schiavi di Abruzzo, Luciano Piluso.

L’obiettivo primario era quello di creare una corale che aggregasse realtà più piccole in un contenitore più ampio, a partire dalle esperienze musicali già presenti a Palmoli, Liscia, San Buono, Lentella, San Giovanni Lipioni, ecc. Qualche mese fa, il direttore di questi cori, Angelo Tristani, energico, carismatico e innovatore musicista e compositore originario di Cupello, da sempre noto per la capacità di unire attraverso la musica, ha sviluppato il progetto, che è diventato da poco realtà.

Il coro dispone di 70-80 componenti, appartenenti a età ed esperienze di vita diverse, ma accomunati dalla passione per la musica. Colonne portanti del progetto sono il già menzionato direttore Tristani, il pianista Paride Romilio, il coordinatore e batterista Antonello Masciulli e i solisti Cecilia Romilio e Luca Tilli. Il debutto del coro è avvenuto lo scorso 26 dicembre nella Chiesa parrocchiale di Celenza sul Trigno, a cui è seguita un’altra serata il 28 a Fresagrandinaria. Sempre all’interno di questo tour natalizio, erano in programma altri cinque concerti, purtroppo rinviati a causa dell’aumento dei casi dovuti al Covid-19. Il repertorio del coro è molto vasto e vario: si va dalla musica classica alla lirica napoletana, fino a brani polifonici abruzzesi (Vola Vola, J’Abbruzzu e Lu bbene che t’vuje) e a versioni beat delle più grandi canzoni di Fabrizio De André, Luigi Tenco (tra cui “Ciao amore ciao” in versione corale) e Francesco Guccini. Nei due concerti tenuti dopo Natale, infatti, nella scaletta comparivano brani come l’Alleluia di Handel, Fratelli d’Italia, Va’ pensiero di Giuseppe Verdi, We will rock you dei Queen, Medley Pescatore, oltre che canzoni natalizie come Oh Happy Day. Inoltre, grazie alla presenza di molte figure maschili, sono stati proposti anche brani tipici alpini. Le basi logistiche della corale sono Palmoli, nei locali dell’ex biblioteca comunale già utilizzati dal coro “Palmula Nova”, per il Medio Vastese, e Castiglione Messer Marino, per l’Alto Vastese. Infine, le attività del coro sono sponsorizzate dall’azienda Mario Marmi di Palmoli e da Marco Pinti.

Si ringraziano anche il dott. Leonardo Moro, Claudio Albanese, l’amministrazione comunale di Liscia, il sindaco di Palmoli Giuseppe Masciulli e il sindaco e vice-sindaco di Castiglione Magnacca e Paradiso

“Abbiamo iniziato ad ottobre 2021 - afferma il direttore di “Voci d’Abruzzo” Angelo Tristani - e fin da subito tutti i coristi hanno mostrato entusiasmo. Non è facile, in tempi di covid, aggregare paesi e territori, ma fin quando abbiamo potuto ci siamo organizzati affinché tutti potessero partecipare. Si tratta di un progetto innovativo, di portata nazionale. Credo che la musica non debba mai dividere, ma sempre unire, e per me, che ne ho fatto una professione, è uno dei primissimi obiettivi da perseguire. Purtroppo tra dicembre e gennaio abbiamo dovuto bloccare le prove e le serate concordate, ma ricominceremo non appena si potrà, preparandoci alla stagione estiva.”

Condividi su:

Seguici su Facebook