Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Eppur si suona: il peso dello Zenith secondo i FootLights

Una nuova storia di musica del vastese

Condividi su:

I FootLights non nascono di proposito, non vengono alla luce a tavolino, è un festival nel fu Juice Club di Vasto Marina, nel 2011, a farli incontrare. Giuseppe D’Adamo (batteria), Francesco Pracilio (basso), Loris Palmitesta (voce e chitarra ritmica) e Giordano Desiati (chitarra solista) fanno parte di band differenti quando l’affinità musicale si fa sentire più forte di ogni altra cosa, spingendoli ad aprire insieme nella seconda data del festival, nel mese successivo.

Dopo un esordio amatoriale, registrando in cantina le prime demo “Thought to Be Rough” (2011) e “Walking On the Water” (2013), nel 2014 arriva il loro primo vero album “Zenith’s Weight”, che sancisce anche l’ingresso nella band del tastierista Jacopo Nanni

La loro musica è il prodotto dei generi musicali con cui sono cresciuti, di un simbolismo intrinseco ai loro brani, che si può ritrovare sia nel nome dell’album “Peso dello Zenith”, che nel titolo del loro singolo “Circadian Rythm” ovvero “Ritmo circadiano”.

Secondo le parole della band: “Il “peso dello Zenith” è il tempo che non torna indietro, ed è un concetto con cui qualunque individuo di qualunque epoca si è dovuto confrontare. Ciò che abbiamo cercato di fare è di darne una nostra versione, cercando di stuzzicare l'ascoltatore più attento a cercarne il valore, a riflettere su questo guardandosi intorno e dentro”. 

Altrettanto forte è il legame della band alla propria città natale, Vasto, che descrivono come un luogo di forte iniziativa musicale, che sboccia in musica nel periodo estivo, raggiungendo il suo picco durante il Siren Festival e tramite la miriade di eventi musicali che puntellano la città.

Per ascoltare i FootLights dal vivo tenete gli occhi aperti, presto potrebbero esserci aggiornamenti sul fronte live, nel frattempo seguiteli ai link sotto riportati!

 

Streaming: (QUI - QUI)

Download: (QUI - QUI)

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook