Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L'esperienza del 'Caffè Alzheimer' a Vasto sotto i riflettori, venerdì l'incontro

Appuntamento alla Sala Colonna di Palazzo d'Avalos per l'iniziativa del Rotary e dei Servizi sociali di Vasto coordinata dalla dott.ssa Sacchet

Condividi su:

Anche quest’anno, a conferma dell’impegno del Rotary Club di Vasto nel progetto di “Caffè Alzheimer”, si svolgerà, in collaborazione con i Servizi Sociali del Comune di Vasto, un convegno pubblico presso la Sala Vittoria Colonna di Palazzo d’Avalos, a cui interverranno relatori esterni e relatori che hanno partecipato in prima persona al progetto.

L’evento è programmato per venerdì 26 maggio, alle ore 17.

Dopo i saluti di Gianfranco Rastelli, presidente Rotary Club di Vasto, di Francesco Menna, sindaco di Vasto, di Lina Marchesani, assessore alle Politiche Sociali di Vasto, e di Angelo Muraglia, direttore Dipartimento per la Salute e Welfare Regione Abruzzo, ci saranno gli interventi di Stefano Sensi, direttore Unità di Neurologia molecolare CeSI-MeT Università d’Annunzio Chieti-Pescara, che parlerà su “L’importanza dell’invecchiamento attivo”, di Filomena Lucci, educatrice formatrice Metodo Montessori, responsabile Fmi Abruzzo, che affronterà il tema “1907: Montessori e Alzheimer”, di Evelyn Santo e Ombretta Greco, psicologhe, che approfondiranno il delicato impegno di come “prendersi cura del malato e della sua famiglia”.

Seguiranno le testimonianze dei familiari: Gilda Ciccotosto parlerà de “La storia di Gilda e Nicola”, mentre Patrizia Corvino racconterà “La storia di Francesca”.

Intervento molto atteso è quello di Claudia Sacchet, medico geriatra dell'Unità di Geriatria dell'ospedale 'San Pio' di Vasto e coordinatrice del Caffè Alzheimer di Vasto, che approfondirà il tema: “Il senso di un percorso: dalla formazione degli operatori al Caffè Alzheimer. Quale futuro?”.

Le conclusioni saranno affidate all’assessore regionale alla Programmazione Sanitaria, Silvio Paolucci. Il ruolo di moderatore sarà svolto dal giornalista Pino Cavuoti.

Ricordiamo che il “Caffè Alzheimer” di Vasto è nato un anno fa, dopo l’esperienza di 2 anni di corso di formazione specifico degli operatori addetti all’assistenza di persone con demenza presso i Servizi Sociali tenuto, a titolo gratuito per conto del Rotary Club di Vasto, dalla dr.ssa Claudia Sacchet, esperta nel campo delle demenze. Gli incontri, a cadenza mensile, si sono svolti quest’anno presso la sede de i Servizi Sociali di Vasto, messa a disposizione dal Comune e con la collaborazione delle assistenti sociali del Comune, di due psicologhe volontarie (dr.ssa Evelyn Di Santo e dr.ssa Ombretta Greco) già collaboratrici del Centro Igiene Mentale di Vasto e della dr.ssa Sacchet stessa, che ha coordinato gli incontri.

“Ogni incontro – ha sottolineato la dott.ssa Sacchet - ha previsto una fase di accoglienza dei malati e dei loro famigliari o caregiver (assistenti, badanti), una fase di attività occupazionale o di stimolazione cognitiva ed impegno dei malati in attività ricreative, motorie, ecc., condotta da una psicologa con l’aiuto delle operatrici formate nei corsi specifici, mentre i famigliari o caregiver potevano riunirsi in una sala adiacente con l’altra psicologa, con me e con altre operatrici ed esporre i loro problemi, le loro esperienze, condividerle e chiedere consigli, chiarimenti. Infine  ogni incontro si è chiuso con una breve fase conviviale e di festa e saluti, con dolci e rustici sempre portati dalle operatrici”.

“L’esperienza di Caffè Alzheimer – ha dichiarato, infine, il presidente Giafranco Rastelli - rappresenta un impegno fondamentale dell’attività di service del Rotary Club di Vasto e proseguirà con nuovo impegno e si spera maggiore estensione e frequenza temporale nel prossimo anno rotariano”.

Condividi su:

Seguici su Facebook