Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Vasto, al cimitero le spoglie di Francesco Di Santo

Nel pomeriggio arrivato il feretro del 18enne morto a Roma in un incidente stradale in moto

Condividi su:

Francesco Di Santo è tornato a casa. Nel primo pomeriggio di oggi, dopo il funerale celebrato in mattinata a Roma, dove viveva con la famiglia, è arrivato al cimitero di Vasto il feretro dello studente vastese vittima di un tragico incidente stradale avvenuto lunedì scorso. 

Ad attendere il mesto corteo erano in tanti, tra familiari e amici, gli stessi che, specie d'estate, accoglievano Francesco quando tornava in città per le vacanze.

In un'atmosfera di grande dolore molti sono stati quelli che hanno voluto accarezzare la bara del 18enne, studente del Liceo Scientifico Aristotele, nella capitale. Proprio da scuola, lunedì scorso, Francesco rincasava, quando, per cause che la Polizia di Roma Capitale sta cercando di ricostruire, il giovane ha perso il controllo della sua moto da cross ed è andato a sbattere contro un palo della pubblica illuminazione. Ricoverato al Sant’Eugenio, Francesco è morto nella notte.

Ad accoglierlo davanti alla cappella del cimitero di Vasto, c’erano oggi anche i Carabinieri, colleghi del papà della vittima, il tenente colonnello Luigi Di Santo, affranto assieme alla moglie Angela Di Cicco e all’altra figlia Claudia.

Particolarmente colpito dalla tragedia il comandante della stazione di Vasto dei Carabinieri, Antonio Castrignanò, padre di Domenico, morto nel luglio scorso sulla statale 16 in un incidente stradale in cui perse la vita, con il figlio, anche l’amico Andrea Marinelli.

Condividi su:

Seguici su Facebook