Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L'Amnèsia bar caffetteria incontra il vero caffè di Napoli

Condividi su:

Il bar Amnesia di Casalbordino incontra Napoli, anzi uno dei simboli di Napoli oltre alla pizza e al mandolino: il caffè

Nato nel medioevo attorno al X secolo, il caffè ha una storia centenaria fatta di evoluzioni della varietà (se ne conoscono ben 90 tipi, tra cui le due uniche superstite l’Arabica e il Coffea Canephora) che ci porta in terre straniere calde, conviviali e dalla personalità forte, proprio come il suo sapore.

Il proprietario Massimo Canosa avrà ben pensato di puntare sulla qualità di un prodotto che riporta alle suddette caratteristiche scegliendo di adottare una miscela creata da Segafredo Zanetti e Gran Caffè Gambrinus locale tra i più celebri della Penisola, dando vita, attraverso la loro partnership, ad una miscela che ha il gusto tipico degli aromi della scuola napoletana esaltandone la tradizione dell’espresso e buttando un occhio al futuro.

La  preparazione avviene rigorosamente attraverso la macchina a leva “San Marco” restituendo un gusto deciso e corposo che sa di cioccolato e nocciole. Insomma andare in questo bar e gustare la Miscela Gambrinus diventa un’occasione di incontro con la tradizione partenopea immergendosi in una una degustazione sensoriale da fare in compagnia, perché un caffè è sempre una buona scusa per dire ad un amico che gli vuoi bene.

Condividi su:

Seguici su Facebook