Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

La Pulchra chiede un milione di euro al comune di Vasto

L'intervento di Angelo Bucciarelli sul caso "Pulchra"

| di ANGELO BUCCIARELLI
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

La cosa più dannosa che possa esistere in politica è il dilettantismo. E il dilettantismo diventa pervicace quando si amministra un comune, perché gli effetti di quella politica si riflettono sulle vite dei cittadini e non su quel politico che è stato chiamato accidentalmente ad amministrare. Poi c'è la propaganda, con la quale il dilettante cerca di nascondere la sua inefficienza nell'azione amministrativa.
A Vasto, con l'amministrazione Menna, si stanno raggiungendo vette inarrivabili in precedenza.
Veniamo al fatto. Pare che l'amministrazione comunale di Vasto si sia dimenticata di presentare ricorso ad un decreto ingiuntivo di quasi un milione di euro(1.000.000,00 di euro), emesso dalla Pulchra nei suoi confronti e il giudice abbia giudicato il "ricorso improcedibile"(Improcedibile!). Cioè, una società a prevalente partecipazione comunale, la Pulchra, emette un decreto contro il comune stesso, perché è intenzionata a recuperare i costi delle indennità degli amministratori, pagati dalla Pulchra stessa, negli ultimi dieci/quindici anni. Voi vi chiederete: oh perbacco, cos'è questa stranezza!?
Ebbene, pare che, secondo lo statuto della società Pulchra, le indennità degli amministratori siano tutte a carico del pubblico, cioè del Comune, cioè, di noi cittadini, e non del privato. In pratica, le tasse che noi paghiamo servono per remunerare gli amministratori della Pulchra perché, quando è stata costituita la società per azioni, nello statuto, è stato inserito questa specie di "Patto Leonino". Ora, io mi chiedo, fermo restando il diritto del privato di comportarsi da privato, cioè salvaguardando i propri legittimi interessi: perché il Pubblico, cioè il Comune di Vasto, non fa il Pubblico, salvaguardando gli interessi di noi cittadini? Perché ha lasciato trascorrere i termini per fare ricorso, qualcuno mi suggerisce di quasi una settimana? È stata una dimenticanza? La dimenticanza ci può stare, se fosse di un giorno, ma una settimana, che diamine!
Inoltre, poiché la Pulchra è una società a prevalente partecipazione pubblica, prima di lanciare questo siluro da quasi un milione di euro(1.000.000,00 di euro), non era il caso che si mettesse d'accordo con il suo Padrone, cioè il Comune di Vasto? Poi, incidentalmente, mi piacerebbe sapere chi è l'avvocato che per conto della Pulchra ha lanciato il siluro, come è stato individuato, se c'è stato un avviso pubblico per individuarlo, se  esiste quantomeno una short list di avvocati nella Pulchra a cui affidare questi incarichi professionali. Credo che presto lo sapremo.

ANGELO BUCCIARELLI

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK