Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

I 18 anni di Ilaria

Una corsa lunga 18 anni

| di Pasqualino Onofrillo
| Categoria: Varie | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Non scrivo di Te sul blog solo per “par condicio” con Tuo fratello, ma perché in questi anni di corsa abbiamo condiviso parecchi momenti felici in occasione di parecchie gare podistiche.

E’ vero, la corsa non lo hai mai vissuta come il tuo sport preferito, visto che da piccina preferivi prima il nuoto e poi la pallavolo e, quando andavamo a fare le visite medico-sportive mi ostinavo a far inserire sul certificato come secondo sport quello dell’atletica leggera, con la speranza che ogni anno fosse quello buono in cui riuscivo a convincerti a correre, ma tutto ciò purtroppo non è mai accaduto.

Però da bambina, in occasione delle varie gare podistiche per bambine, volevi essere sempre presente e tendevi la tua manina per essere aiutata quando la strada diventava impegnativa ed il traguardo era ancora lontano, per poi dimenticarmi quando salivi sul palco a ritirare il meritato premio.

Da ragazza sei stata presente in molte mie maratone. Insieme a mamma sei stata la mia super tifosa e quando non potevi essere presente sul traguardo mi accoglievi in hotel sempre con la  stessa frase: ”Papi hai fatto primo?”.

Negli ultimi anni hai preso la splendida abitudine di aspettarmi negli ultimi metri delle maratone per poter correre gli ultimi metri con me e vivere l’emozione di tagliare il traguardo di una maratona.

Devi sapere che prendere quella manina e farmi accompagnare negli ultimi metri di quelle maratone, con il tuo dolce sorriso, faceva svanire tutta la fatica accumulata nei precedenti 42 Km di corsa, ed il bacio che mi davi sotto lo striscione d’arrivo era il premio più bello che io potessi avere.

Ricordo nitidamente l’arrivo di Milano, di Praga, di Rimini e gli incontri sul percorso di Valencia, di Roma, di New York e “l’intervista” che mi hai fatto, insieme a tuo fratello, nel post gara della maratona di Orlando.

L’altro giorno, nonostante le fastidiose restrizioni, ho visto che avevi una voglia matta di festeggiare i tuoi fatidici 18 anni….quella bambina che tendeva la manina per essere aiutata nelle difficoltà ha lasciato il posto ad una bella ragazza sicura di sé con tante belle ambizioni: ti aspettano tante esperienze interessanti che grazie alla tua caparbietà, la tua voglia di fare e, ovviamente anche dalla buona sorte, potrai trovare il posto giusto in questo mondo.

Buon compleanno piccola mia (sarai per sempre la mia piccola….nonostante gli anni che inesorabilmente passano) adesso che sei maggiorenne le cose si fanno ancora più serie!

E, quando vorrai tendermi la mano per ricominciare a correre insieme spero di essere pronto a vivere nuovamente quelle esperienze che solo la corsa può dare. clicca qui per vedere le foto

 

Pasqualino Onofrillo

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK