Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Vasto Marina: una giornata tipo della colonia di Monteodorisio

Giochi moderni, passeggiate e sport per i bambini

Condividi su:

La giornata inizia intorno alle 7.15 per i bambini della colonia di Monteodorisio che per due settimane si recano al mare di Vasto Marina nei pressi della Sirenetta.

Intorno alle 8 arrivano in spiaggia, e la mattinata scorre all’insegna dello stare insieme, giochi antichi (fazzoletto, mostro acchiappa-bambini, calcio, pallavolo, rotolarsi nella sabbia) e giochi moderni (come caduta libera di Jerry Scotti altri giochi tecnologici), passeggiate sulla battigia, bagno, giochi con la sabbia merenda e soprattutto del buonumore. Alle 12 si riparte per Monteodorisio.

A occuparsi dei 50 bambini ci sono due dolcissime istruttrici Angela Menna e Alessia Ciffolillo, e tre signore dipendenti del comune Nevia, Elodia e Carmela.

Una mattina di queste siamo andati a trovarli presso lo stabilimento che li ospitano. È una mattinata ventosa, nuvolosa e il mare è mosso: ovviamente niente bagno!

Ci sono almeno tre gruppi di bambini, ma il gruppo più folto e interessato è quello intorno a Angela che con tanta semplicità sta coinvolgendo bambini da 6 a 11 anni in un gioco che è un mix tra antico e moderno acculturante.

Angela poneva loro domande di geografia, italiano e simili e tutti, a prescindere dall’età, dovevano indovinare. Era bello vedere come anche i più piccoli avevano acquisito dimestichezza col gioco e come erano in grado di rispondere anche a domande su argomenti che non avevano ancora studiato a scuola.In un attimo di pausa abbiamo chiesto a Angela, una ragazza semplice e dallo sguardo limpido, che  cosa prova a fare l’istruttrice di colonia.

Ecco la sua risposta. “Da bambina anche io frequentavo la colonia e adesso mi sembra strano essere chiamata 'maestra'. Ho sempre amato i bambini e quando si trattava di scegliere le superiori ho scelto a occhi chiusi il liceo pedagogico. In questi giorni provo una grande soddisfazione nelle piccole ma grandi manifestazioni d’affetto di questi bambini. Ogni bambino va trattato con amore.”

Poi abbiamo interpellato anche alcuni di questi bambini e abbiamo chiesto cosa li attirava di più della colonia e se avevano dei suggerimenti per le maestre.
Le risposte sono state le più varie: stare insieme agli altri, rotolarsi nella sabbia, fare il bagno, il gioco di mamma e figlia. Invece i suggerimenti erano: farli stare più tempo in acqua, fare delle gare come corse e/o chi faceva il castello di sabbia più bello e una caccia al tesoro.

Più tardi si è aggiunto a questa comitiva di intervistati Mattia, un bambino simpaticissimo molto affezionato all’istruttrice e considerato la mascotte della colonia.

A un certo punto delle bambine era corse da Angela per riferire che altri bambini le infastidivano e lei molto candidamente ha dato loro una piccola lezione di vita: “Ignorateli poichè l’ignorante si mortifica nel silenzio”.

Condividi su:

Seguici su Facebook