Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Quando sport e solidarietà vanno a braccetto, riconoscimenti al vastese Alberto Baiocco

Premiazioni del Csi nell'ambito dell'iniziativa 'Giocare per credere'

Condividi su:

Giovedi 3 ottobre si è svolto a Chieti, presso l'auditorium delle Crocelle, la quinta convention provinciale del Csi, Centro Sportivo Italiano dell'arcidiocesi di Chieti-Vasto dal titolo 'Giocare per credere'.

L'incontro, coordinato dal presidente provinciale del Csi, Mimmo Puracchio, in collaborazione con Marco Rosati, Nicola D'Urbano e Riccardo Guarnieri, ha visto la partecipazione del vescovo, monsignor Bruno Forte, e di numerose autorità locali e regionali.

Dopo i saluti iniziali ed una sintesi delle attività sportive svolte dal Csi nell'anno 2012-2013, l'arcivescovo Bruno Forte ha invitato i presenti ad essere "in squadra  protagonisti in prima linea di uno sport che libera. Una libertà dove la condivisione, la solidarietà e la scoperta di sane regole rendono l'uomo libero di credere in una vita ricca di benessere fisico e spirituale". Monsignor Forte ha poi proseguito premiando il giovane vastese Alberto Baiocco per l'impegno e la collaborazione con il Csi dimostrati in diverse manifestazioni sportive: 'Partita del Cuore' del luglio 2010 per la raccolta dei fondi a favore dell'area sportiva della casa circondariale di Vasto; partita dell'aprile 2011 con la Fondazione Padre Alberto Mileno onlus per la costruzione di pozzi d'acqua in Benin e, infine, la 'Notte del Cuore', il 28 luglio allo stadio Aragona di Vasto, a chiusura delle 'Sportdiadi 2013' del Csi con il triangolare tra una rappresentanza provinciale della Protezione Civile, dell'Arma dei Carabinieri e la nazionale 'Gli Angeli della tv', il cui ricavato èandato a favore delle Associazioni Anffas e Arda e della Fondazione Il Cireneo.

Un vero "protagonista" dello sport di squadra, dove la solidarietà verso i meno fortunati libera i cuori di crede in sani valori.

Condividi su:

Seguici su Facebook