Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il 'vescovo biker' al motopercorso per i bambini del Borneo

Da San Giovanni in Venere a Montenerodomo e ritorno. Domenica l'appuntamento

a cura della redazione
Condividi su:

Torna a scaldare i motori monsignor Giulio Mencuccini, il 'vescovo biker', titolare della diocesi di Sanggau, Kal Bar, in Indonesia. 

È tutto pronto per il "Motopercorso nazionale di solidarietà per i bambini del Borneo” in programma domenica prossima, 9 giugno. Iniziativa che quest'anno giunge alla sesta edizione - riproposta dalla Comunità dei Padri Passionisti di San Giovanni in Venere e dall'associazione 'Amici del Borneo (Indonesia) onlus' - che negli anni scorsi ha portato i partecipanti al Miracolo Eucaristico di Lanciano, al santuario del Volto Santo di Manoppello ed a quello di San Gabriele dell'Addolorata ad Isola del Gran Sasso. 

Dal ritrovo nel piazzale antistante l'abbazia di San Giovanni in Venere i centauri percorreranno 150 chilometri dirigendosi verso la Maiella, a Montenerodomo, "per ossigenare i polmoni e rigenerare lo spirito", dicono gli organizzatori.

Nel percorso mattutino la carovana attraverserà i territori di San Giovanni in Venere, Fossacesia, Val di Sangro, Piane d’Archi, Bomba, Pietraferrazzana, Fallo, Civitaluparella e Montenerodomo dove sara celebrata la messa dal vescovo. Subito dopo pranzo e ritorno in direzione Torricella Peligna, Gessopalena, Casoli, Selva di Altino, Fossacesia Marina e San Giovanni in Venere. Sabato 7 cena di beneficenza con offerta solidale da 10 euro mentre l’iscrizione al Motoraduno costa 15 euro con annessa visita all'area archeologica di Juvanum. Partenza domenica alle 8,30 da San Giovanni in Venere. 

Per informazioni si può contattare padre Marcello della comunità dei Padri Passionisti al numero 328-8451704

Condividi su:

Seguici su Facebook