Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Una guida per l'Anno della Fede regalata come strenna natalizia

L'iniziativa catechistica voluta dalla parrocchia dell'Incoronata e dal convento dei Francescani

Condividi su:

Iniziativa catechetica quella della Parrocchia dell’Incoronata e del Convento dei Francescani di Vasto: donare ai fedeli con gli auguri natalizi e per il nuovo anno un interessante libretto sull’anno della Fede, una guida preziosa per vivere intensamente questo periodo.

Si parte con alcune interessanti notizie sull’evento religioso, che qui riportiamo. L'Anno della fede è un anno indetto dalla Chiesa cattolica dall'11 otto­bre 2012 al 24 novembre 2013, dedicato ad intensificare «la riflessione sulla fede per aiutare tutti i credenti in Cristo a rendere più consapevole ed a rinvigorire la loro adesione al Vangelo, soprattutto in un momento di profondo cambiamento come quello che l'umanità sta vivendo». Un altro Anno della fede era stato indetto nei 1967 da papa Paolo VI, nel XIX centenario del martirio dei santi Pietro e Paolo. 

Benedetto XVI ha indicato lo scopo dell'Anno della Fede con le parole: «Desideriamo che questo Anno susciti in ogni credente l'aspirazione a confessare la fede in pienezza e con rinnovata convinzione, con fiducia e speranza. Sarà un'occasione propizia anche per intensificare la celebra­zione della fede nella liturgia, e in particolare nell'Eucaristia, che è "il cul­mine verso cui tende l'azione della Chiesa e insieme la fonte da cui promana tutta la sua energia". Nel contempo, auspichiamo che la testimonianza di vita dei credenti cresca nella sua credibilità. Riscoprire i contenuti della fede professata, celebrata, vissuta e pregata, e riflettere sullo stesso atto con cui si crede, è un impegno che ogni credente deve fare proprio, soprattutto in questo Anno.»

In questo anno sarà dato risalto all'importanza della catechesi, per «riscoprire i contenuti della fede professata, celebrata e vissuta. Un altro tema importante dell'Anno della fede è la "nuova evangelizzazione", cioè l'annuncio del Vangelo ai popoli di antica cristiani­tà, che hanno smarrito la fede o che vivono in una società secolarizzata, in cui è difficile testimoniare i valori cristiani.

L'Anno della Fede ha avuto inizio l'11 ottobre 2012, cinquantesimo an­niversario dell'apertura del Concilio Vaticano II e ventesimo anniversario della pubblicazione del Catechismo della Chiesa Cattolica. Entrambe le ricorrenze sono significative: il Concilio Vaticano il, nella sua corretta ermeneutica, è «una grande forza per il sempre necessario rinnovamento della Chiesa»-

Il Catechismo della Chiesa Cattolica, «uno dei frutti più importanti del Concilio Vaticano 11» è uno strumento prezioso per approfondire la cono­scenza sistematica dei contenuti della fede cattolica. L'apertura dell'Anno della fede è coincisa con l'Assemblea Generale del Sinodo dei Vescovi che aveva come tema "La nuova evangelizzazione per la trasmissione della fede cristiana". L'anno della fede terminerà nella solennità di Cristo Re il 24 novembre 2013.

Dopo le notizie, alcune incisive riflessioni, suggerite dal parroco don Eugenio Di Giamberardino, sull’importanza del credere (“il cristiano non è un illuso e chi crede in Gesù ha trovato la chiave per dare un senso all’esistenza umana e non cadere nella disperazione”); sulla fede che nasce dall’ascolto della Parola di Dio; sulla fede nei rapporti umani; su come trasmettere la fede; su Gesù maestro di fede; sulla fortuna di credere; sul Sinodo per la nuova evangelizzazione; sullo sviluppo della fede e sul compendio della fede cristiana.

Condividi su:

Seguici su Facebook