Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Pagliarelli in festa per Sant'Antonio Abate tra benedizioni e tradizioni

Gioioso appuntamento nella contrada a nord di Vasto

Condividi su:
Contrada Pagliarelli in festa ieri mattina in onore di Sant’Antonio Abate. Favorita dalla bella giornata quasi primaverile, tantissima gente si è riversata nella contrada a nord di Vasto per assistere alla serie di appuntamenti organizzati dal Comitato Festa San Vincenzo Ferreri, per la ricorrenza di Sant’Antonio Abate. Dopo la deposizione di una corona di alloro al Monumento ai Caduti della Terra, in prossimità della Cantina “San Michele Arcangelo”, la festa si è spostata in prossimità della Chiesa di Maria SS. Addolorata, con la Santa Messa e la benedizione degli animali. Nel piazzale antistante il sacro tempio, dove è stato collocato il bel quadro di Sant’Antonio, opera del pittore vastese Filandro Lattanzio, Padre Paolo Petrucci ha impartito la benedizione ai tantissimi animali presenti, dai cavalli del vicino centro ippico, agli asini, ma anche tartarughe, porcellini, conigli, gatti, papere e cani di ogni razza, mostrati con orgoglio dai loro proprietari. Dopo la premiazione degli animali più belli, rari ed anche ornati a festa, ed un premio per i bambini della locale Scuola dell’Infanzia, che hanno realizzato disegni sul Santo eremita, il gruppo di cantori “Vasto com’era” ha intonato il tradizionale canto del “Sand’Andunie” ed a seguire il canto del “San Sebastiano”. Non potevano mancare dolci tipici come scrippelle e caggionetti, due malcapitate “porchette” e vino della locale cantina sociale. Si ringrazia per la collaborazione NICOLA CINQUINA
Condividi su:

Seguici su Facebook