Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Vastese, al Lupo basta il morso di Bontà: Campobasso corsaro all’Aragona

Biancorossi volenterosi ma incapaci di sfruttare la superiorità numerica

| di Nicola Di Santo
| Categoria: Sport
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

“La nuttata” non è affatto passata in casa Vastese. All’alba del misero punto conquistato nelle ultime due giornate e delle paventate dimissioni di Amelia, rientrate dopo un colloquio chiarificatore con la dirigenza, per i biancorossi è ancora buio pesto. L’impresa contro il Campobasso, se proibitiva nella teoria, oggi lo era decisamente meno nella pratica. La superiorità numerica goduta per almeno un’ora di gioco non è servita agli aragonesi a conquistare una vittoria che avrebbe avuto il sapore della svolta. I rossoblu, per questo motivo, sono stati meno splendenti ma ugualmente efficaci, e grazie al gol nel primo tempo di Bontà hanno certificato anche all’Aragona il loro status di squadra più in forma del torneo.

La partita - Difesa biancorossa in forte emergenza a causa delle assenze di Lorenzo Bardini, Marianelli, Altobelli e Cacciotti, la buona notizia è nel rientro di Di Filippo, che ha scontato il suo turno di squalifica. Nell’undici titolare Amelia dà spazio agli ex Pizzutelli e Vittorio Esposito e boccia Dos Santos, a secco da sei giornate: al suo posto c’è Alonzi. Il Campobasso, che due settimane fa ha battuto in trasferta la capolista San Nicolò Notaresco 1-3, arriva all’Aragona con un ruolino di marcia impressionante: sette vittorie nelle ultime otto partite, l’ultima sconfitta risale al lontano 20 ottobre 2019. Un cammino sfolgorante grazie a un organico di primissimo livello con i vari Cogliati, capocannoniere con i suoi 11 gol, Alessandro (ex Cesena), Bontà, Dalmazzi, Candellori e Musetti. Sulla sponda rossoblu sono addirittura cinque gli ex: Menna, Sbardella, Giampaolo, La Barba e Pistillo.

La Vastese parte col piglio giusto e nei primi dieci minuti occupa quasi stabilmente la metà campo avversaria. Ma il Campobasso guadagna terreno e fiducia e fa piovere occasioni. Al 16’ un pasticcio difensivo biancorosso mette Alessandro nelle condizioni di impensierire Di Rienzo, che è ben attento sul primo palo. Al l 17’ Vanzan crossa al bacio per Bontà, che spedisce di poco alto il suo imperioso colpo di testa. Ma il centrocampista ex San Nicolò si rifà alla grande 60 secondi dopo, quando aggancia al volo lo splendido lancio di Candellori, s’infila in area e scarica il destro sotto l’incrocio su cui non può nulla Di Rienzo.

Il gol subìto sveglia la Vastese, che reagisce con rabbia e determinazione. Al 25’ Bardini raccoglie il suggerimento di Francesco Esposito e fa partire il sinistro a botta sicura, che viene puntualmente murato da Dalmazzi. Due minuti più tardi c’è un bel cross di Pizzutelli da calcio da fermo, ma nessun biancorosso arriva all’impatto col pallone. Nel giro di lancette successivo viene annullato un gol per fuorigioco a Giorgi, autore di una volée in area di rigore scomposta ma efficace. Al 32’ il Campobasso rimane in 10 per la seconda ammonizione comminata a Martino. La partita si accende sotto il profilo dell’agonismo ma si spegne sotto il profilo delle opportunità, con il risultato che rimane invariato fino all’intervallo.

La Vastese comincia la ripresa come il primo tempo: attaccando a testa bassa ma senza trovare il varco giusto per l’ultimo passaggio, nonostante la superiorità numerica. È il Campobasso a spaventare al quarto d’ora: Candellori s’invola indisturbato sulla fascia destra e conclude di potenza sul primo palo, Di Rienzo è bravo a deviare in angolo. Al 19’ i biancorossi rispondono con Vittorio Esposito che serve Alonzi, la bella girata di sinistro dell’attaccante si spegne fuori di poco. Poi c’è solo il Campobasso. Al 36’ Tenkorang serve dalla destra Cogliati, che stoppa e aggiusta comodamente il destro, buono nelle intenzioni ma inefficace nella mira. Al 40’ Alessandro sbatte sulla traversa. L’ultimo brivido risiede nel sinistro di Candellori in pieno recupero, ancora respinto dall’ottimo Di Rienzo. Al triplice fischio la curva D’Avalos fischia sonoramente la squadra, ormai avviata verso l’ennesimo campionato inconcludente.

Vastese - Campobasso 0-1

Reti: 18’ Bontà (C).

Ammoniti: Alonzi, Esposito V., Amelia, Pizzutelli, Esposito F. (V), Valerio, Raccichini (C).

Espulsi: 32’ Martino (C) e 44’ st Alonzi (V), entrambi per somma di ammonizioni.

Vastese: Di Rienzo, Pompei (26’ st Montanaro), Di Filippo, Pollace (31’ st Dos Santos), Pizzutelli, Esposito F., Giorgi (21’ st Cardinale), Cavuoti (26’ st Palumbo), Alonzi, Bardini F. (45’ st Zinni), Esposito V. A disposizione: Cosentino, Valerio, Grasso, Ravanelli. Allenatore: Amelia.

Campobasso: Raccichini, Martino, Vanzan, Brenci, Menna, Dalmazzi, Bontà (47’ st Sbardella), Candellori, Cogliati (39’ st Musetti), Alessandro, Zammarchi (33’ st Tenkorang). A disposizione: Natale, Fabriani, La Barba, Barbetta, Giampoalo, Sanseverino. Allenatore: Cudini.

Arbitro: Gandolfo di Bra (assistenti: Peloso di Nichelino e Barberis di Collegno).

Nicola Di Santo

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK