Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Iannone brilla nelle qualifiche di Austin: è secondo con la penalità inflitta a Marquez

Splendida prestazione del vastese, che aveva ottenuto il terzo tempo. Lo spagnolo punito per aver ostacolato Vinales

Condividi su:

Andrea Iannone aveva ottenuto il terzo tempo nelle qualifiche ufficiali del Gran Premio delle Americhe. Nel circuito statunitense di Austin, il vastese aveva chiuso la prima fila in griglia di partenza con il tempo di 2'04"209, piazzandosi a più di mezzo secondo da Marc Marquez e a quattro decimi da Maverick Vinales. Poi, a causa della penalità inflitta a Marquez, retrocesso di tre posizioni, il pilota della Suzuki è stato "promosso" in seconda casella, al fianco del n.25 della Yamaha.

Come nello scorso GP d'Argentina, Marquez è stato il protagonista assoluto, nel bene e nel male. Nonostante una caduta a otto minuti dal termine, il campione del mondo in carica era riuscito a rientrare frettolosamente ai box, a prendere la seconda moto e a firmare il crono più veloce con un giro fantastico, che lo aveva reso il primo pilota dell’era moderna a registrare sei pole consecutive nello stesso circuito. Ma, a un paio di minuti dalla bandiera a scacchi, Marquez aveva anche trovato il modo di far saltare i nervi a Vinales, ostacolandolo mentre era lanciato nel suo giro veloce. La commissione gara, prima del termine delle qualifiche, lo aveva così messo sotto investigazione, decidendo infine di retrocederlo di tre posizioni sulla griglia di partenza.

Iannone, almeno in qualifica, ritorna così nelle posizioni che gli competono ed esulta, tenendo però sempre bene a mente le insidie della gara: "Era un risultato necessario dopo due prime gare qualifiche disastrose - dice il pilota Suzuki - Il nostro obiettivo era essere nelle prime due file e quindi è importante esserci riusciti. Sono molo contento ma adesso resta la cosa più difficile, la gara di domani. Speriamo di riuscire ad essere veloci per tutta la distanza. Abbiamo iniziato il fine settimana nella direzione giusta, siamo stati subito veloci e non troppo lontani dai migliori. La gara? Marc è l’unico che ha qualcosa più degli altri, con gli altri siamo vicini, sarà combattuta e interessante".

Il vastese ha certificato così nel migliore dei modi il suo ottimo feeling col circuito texano e i continui progressi con la sua GSX-RR. Iannone ieri aveva brillato nelle seconda sessione delle prove libere, ergendosi ad autore di una prestazione maiuscola. Con un ultimo giro perfetto, aveva reso vano il dominio di Marquez, al quale era riuscito a strappare il miglior tempo al fotofinish. La pioggia caduta nella fase finale delle FP3 odierne aveva poi sostanzialmente congelato i tempi di venerdì, con i soli Zarco, Dovizioso e Pedrosa capaci di migliorarsi: Iannone, primo nella classifica combinata, si era così guadagnato l’accesso diretto in Q2.

Domenica la gara è in programma alle ore 21 italiane (diretta su Sky e Tv8).

Condividi su:

Seguici su Facebook