Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Iannone, stavolta il miglior tempo è tuo: il vastese è davanti a tutti nella seconda giornata di test

In Qatar altra grande prova del pilota Suzuki, che però frena gli entusiasmi: “Abbiamo ancora dei limiti”

Condividi su:

Dopo il terzo tempo della prima giornata, Andrea Iannone riesce a strappare il miglior crono nel secondo giorno dei test pre-campionato della MotoGp sul circuito di Losail, in Qatar. Il vastese della Suzuki ha fatto segnare l’1’54’’586, precedendo di 41 millesimi la Ducati di Andrea Dovizioso e di 167 millesimi la Honda del campione del mondo in carica Marc Marquez.

Iannone conferma così il suo ottimo momento di forma, coadiuvato decisivamente da una Suzuki GSX-RR che ha mostrato netti miglioramenti sul suo pacchetto complessivo, tanto che il suo compagno di squadra Alex Rins ha ottenuto un ottimo quinto tempo. Ma, esattamente come dopo aver ottenuto il terzo crono nel primo giorno di test, il vastese non si esalta, anzi: "Non sono un debuttante che si emoziona a chiudere la giornata in testa. Sono qui per fare altro, il mio obiettivo è stare davanti sempre e lottare per le posizioni che contano. Sono sincero e non voglio prendere in giro nessuno. Essere un pilota da battere oggi non conta nulla, bisogna capire cosa accadrà domani e nel weekend di gara”.

Poi ha aggiunto: “Sono tranquillo perché al momento riesco a guidare la moto piuttosto bene e sereno. Ma nella simulazione di gara non possiamo nasconderci, soffriamo ancora un po' troppo, come accadeva nel 2017. Questo perché la moto accusa parecchio il calo di gomma diventando nervosa, specialmente sull'anteriore. Per questo dico che dobbiamo ancora lavorare su alcuni aspetti. Sono contento delle velocità, ma non soddisfatto al 100%”.

Oltre al calo di gomme, Iannone ha denunciato anche gli altri aspetti negativi della sua Suzuki: “Abbiamo dei limiti, in rettilineo facciamo molta fatica a superare per esempio, siamo lenti. Sono cose che non dimentico e che bisogna sistemare in vista della gara. Lavoriamo per essere competitivi giro dopo giro e io ce la sto mettendo tutta”.

Oggi è previsto l’ultimo atto dei test qatarioti. I piloti si daranno poi appuntamento al 18 marzo, sempre sulla pista di Losail, per la prima gara del motomondiale. Se due indizi fanno una prova, per Iannone si prospetta una stagione sportiva decisamente migliore di quella passata.

Condividi su:

Seguici su Facebook