Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La Vastese rinasce come un Fiore: il capitano e Stivaletta annientano il Pineto 3-1

Grande prova di forza dei biancorossi, che tornano alla vittoria dopo le ultime due sconfitte

Condividi su:

La Vastese chiamata al riscatto risponde a gran voce “presente”. All’Aragona, i biancorossi tornano a sorridere battendo il Pineto 3-1 con due gol capolavoro di Nicola Fiore e la rete di Cristian Stivaletta e festeggiano i primi tre punti del 2018 dopo le brutte sconfitte contro San Marino e Avezzano. Un successo “scacciacrisi” che avrebbe potuto essere ancora più rotondo, se i due legni di Tedesco e il rigore sbagliato di Leonetti fossero terminati in rete: piccole grandi imperfezioni di un trionfo importante, che ha il merito di rafforzare la terza posizione in classifica, di avvicinare il secondo posto occupato dalla Vis Pesaro oggi sconfitta dal San Marino, e di regalare una grande iniezione di fiducia in vista della proibitiva trasferta di Matelica di domenica prossima.

Nel secondo derby abruzzese consecutivo per la Vastese, valevole per la ventesima giornata del girone F di Serie D, Colavitto può contare sul rientro di Iodice, che ha scontato il suo turno di stop dopo l’espulsione rimediata contro il San Marino, ma non sugli infortunati Cherillo e Viscardi e sullo squalificato De Chiara. Ad occupare la fascia sinistra del campo tocca perciò a Casciani, affiancato in difesa dai neoacquisti Cane e Maronilli; in attacco, con Bittaye non al meglio, fa il suo esordio da titolare Tedesco. Il Pineto, compagine costruita per l’alta classifica, vive un notevole periodo di forma, suggellato dalla vittoria contro la capolista Matelica e dal pareggio di San Marino, reso amaro dalla rimonta subita nel finale di gara. I biancazzurri di Daniele Amaolo, inoltre, risultano imbattuti da ben quattro mesi, dato che la loro ultima sconfitta risale alla quarta giornata.

La partita - La Vastese mostra subito la volontà di reagire agli ultimi due stop con una partenza arrembante. La prima occasione capita a Casciani, il cui cross dalla sinistra attraversa la linea di porta senza trovare alcuna deviazione. Al sesto minuto Stivaletta scarica un destro da fuori area che trova la pronta risposta del portiere Giachetta, ma a rischiare di passare seriamente in vantaggio è il Pineto grazie a uno sciagurato passaggio di Camerlengo, subito disinnescato dalla difesa non senza qualche difficoltà. I biancazzurri prendono coraggio e si affacciano spesso in attacco: la loro iniziativa più pericolosa risiede nel cross di Pezzotta per Tomassini, il cui tiro viene però ciccato in angolo dalla retroguardia biancorossa. Al 18’ Leonetti non riesce a concludere in area, la sfera capita sui piedi di Fiore che, solo davanti a Giachetta, spara incredibilmente alto. Due minuti dopo è il capitano biancorosso a servire in area Tedesco, ma il suo destro rasoterra si stampa sul palo.

Il meritato vantaggio giunge al 24’ con Fiore che, dopo aver conquistato palla, insiste sul limite destro dell’area e scarica un tiro a giro meraviglioso che finisce all’incrocio opposto. Il n.10 vastese si scatena subito e crossa in mezzo per Leonetti, ma la sua sforbiciata di controbalzo finisce fuori. Il Pineto risponde con un tuffo di testa di Tomassini, che ha la stessa sorte del tiro precedente. I biancorossi tornano in attacco ancora sull’asse Fiore-Leonetti, ma il capocannoniere del girone perde troppo tempo e ottiene solo un corner. Gli ospiti replicano con il cross di Pezzotti per Ciarcelluti, la cui conclusione pericolosa viene leggermente deviata e poi bloccata da Camerlengo. Poi Tedesco continua la sua personale guerra contro i pali stampando sulla traversa il suo tiro a giro. Al 43’ la Vastese raddoppia con Fiore, che firma il suo secondo gol da antologia con la sua modalità preferita, ovvero con una punizione scagliata dal limite dell'area.

I padroni di casa riprendono il secondo tempo da dove avevano lasciato, ovvero attaccando e facendo gol. Già al secondo minuto, infatti, il tris viene servito da Stivaletta, che spacca in due la difesa teramana e spara un diagonale sinistro imprendibile per Giachetta. Al sesto minuto un gran passaggio in verticale viene destinato a Leonetti, il cui pallonetto è deviato dall’estremo difensore ospite; dal successivo angolo, Tedesco in scivolata spara alto da pochi passi. Al decimo minuto, la palla di Fiore viene stoppata in area dalla mano di Veroni: Leonetti s’incarica del rigore, ma il suo destro viene facilmente intuito e parato da Giachetta. Vastese ancora in avanti con Stivaletta che mette in mezzo per Tedesco, ma l’attaccante di Altamura tira di nuovo sopra la traversa. Sono poi gli estremi difensori ospiti a levarsi entrambi sugli scudi, parando rispettivamente i tiri di Tedesco e di Pezzottti e superandosi poi con due miracoli su Leonetti e Tommasini. Il gol ospite di Di Rocco, siglato nel secondo minuto di recupero con un rasoterra su cui Camerlengo non può opporsi, serve solo alle statistiche e non impedisce alla Vastese di festeggiare il meritato ritorno alla vittoria sotto la curva D’Avalos.

La reazione avuta negli ultimi dieci minuti della partita contro l’Avezzano non era stata soltanto un fuoco di paglia, ma il fondamentale punto di svolta che ha consentito ai biancorossi di tornare a vincere. La Vastese, presa per mano dal suo capitano, spedisce il Pineto a dieci punti di distanza e si prepara ad affrontare con rinnovata fiducia la terribile capolista Matelica, che oggi ha ottenuto la sua ennesima vittoria sul campo della Jesina: difficile immaginare un test più impegnativo per i ragazzi di Colavitto, chiamati a una vera e propria impresa e a riprendere quella marcia trionfale che aveva caratterizzato il girone d’andata. Dopo la prestazione di oggi, però, tutto (o quasi tutto) sembra possibile.

Vastese-Pineto 3-1

Marcatori: 24’ e 43’ Fiore, 2’ st Stivaletta (V), 47’ st Di Rocco (P).

Vastese: Camerlengo, Cane, Casciani, De Feo, Amelio, Maronilli, Stivaletta, Pizzutelli (41’ st Lucciarini), Leonetti (37’ st Bittaye), Fiore (37’ st Iarocci), Tedesco. A disposizione: Alonzi, Iodice, La Barba, Carice, Di Pietro, Alberico. Allenatore: Colavitto.

Pineto: Giachetta, Veroni (25’ st Zippilli), Della Quercia, Pomante, Marianeschi (13’ st Zane), Tomassini (29’ st Di Rocco), Ciarcelluti (13’ st Orlando), Pepe (13’ st Gragnoli), Pezzotti, Mariani, Esposito. A disposizione: Mazzocchetti, Capocasa, Di Federico, Rachini . Allenatore: Amaolo.

Ammoniti: Marianeschi (P), Pizzutelli (V).

Espulsi: nessuno.

Arbitro: Tesi di Lucca (Petracca di Lecce e Parisi di Bari).

Risultati 20^ giornata

Fabriano Cerreto-Campobasso 0-3
Jesina-Matelica 0-3
Monticelli-Avezzano 0-0
Nerostellati-L’Aquila 1-3
Olympia Agnonese-Castelfidardo 0-1
San Nicolò Teramo-Francavilla 1-1
Sangiustese-Recanatese 1-0
Vastese-Pineto 3-1
Vis Pesaro-San Marino 0-2

Classifica

Matelica 50, Vis Pesaro 44, Vastese 40, Avezzano 34, Sangiustese 33, San Marino e Castelfidardo 31, L’Aquila e Pineto 30, Francavilla  29, L'Aquila 27, Campobasso 27, Olympia Agnonese 21, Jesina e San Nicolò Teramo 19, Recanatese 15, Fabriano Cerreto 14, Monticelli 13, Nerostellati 7.

Prossima giornata

Avezzano-Vis Pesaro
Campobasso-Nerostellati
Castelfidardo-Fabriano Cerreto
Francavilla-Olympia Agnonese
L’Aquila-Sangiustese
Matelica-Vastese
Pineto-San Nicolò Teramo
Recanatese-Monticelli
San Marino-Jesina

Condividi su:

Seguici su Facebook