Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Chef in un esclusivo ristorante della 'Grande Mela': giovane vastese si fa onore a New York

Nel locale, nel cuore di Manhattan, dominano la scena le bontà enogastronomiche d'Abruzzo

a cura della redazione
Condividi su:

La cucina ed i prodotti abruzzesi in un ristorante nel cuore di Manhattan, al numero 390 di Park Avenue, Mid Town.

 

Casa Lever, di Gherardo Garducci e Dimitri Paoli, di origine italiana, è uno dei migliori ristoranti della Grande Mela. La palazzina nella quale c’è il ristorante è quasi tutta di uffici ed è di proprietà di Aby Rosen, il quale è anche proprietario di decine di quadri originali di Andy Warhol, che sono nel ristorante stesso.

 

L’Executive Chef è un vastese: Alessandro Caporale. Nato a Lanciano nel 1977, Alessandro è vissuto 25 anni a Vasto, prima di andare a New York, dove con passione esercita appunto la professione di Chef. Con lui, in cucina, tra le sedci persone che lavorano dietro i fornelli, ci sono altri due abruzzesi, di Casalbordino e Fresagrandinaria. Nel menù, inutile dirlo, tutti piatti italiani ed abruzzesi. Così come i prodotti: pasta rigorosamente del Cav. Cocco di Fara San Martino, oppure fatta in casa, e Montepulciano d’Abruzzo. Non manca la possibilità del Brodetto di Pesce alla Vastese.

 

Il piatto del giorno, che varia quotidianamente e che è chiamato, a New York, “Special”, è sempre abruzzese. Il volume d’affari è enorme: circa cinquecento coperti al giorno, colazioni comprese, serviti da 30 addetti alla sala che contiene 120  persone, più altre 60 all’esterno. Del ristorante e del cuoco vastese, ne parla anche un recente numero di “Gotham”, mensile americano di alta società.

 

Clienti affezionati del locale? Di famosissimi ce ne sono tanti: Mick Jagger, cantante dei Rolling Stones, è uno di questi. Insomma, Vasto e l’Abruzzo si fanno strada nel mondo.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook