Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

A Cupello storie di cose buone da ascoltare… e gustare

Comune di Cupello e Delegazione FAI di Vasto insieme per un evento che sa di “autunno”, storia, arte, cultura e tradizione

Condividi su:

Si terrà sabato 4 dicembre, a partire dalle ore 17, l’evento organizzato dall’Amministrazione comunale di Cupello e dalla Delegazione FAI di Vasto in collaborazione con Francesco e Alessia Boschetti, la Pro-Loco locale e il Circolo comunale Centro Anziani, supportati dall’aiuto immancabile della Protezione Civile Modavi di Cupello.

Gli storici palazzi Boschetti e Marchione diventeranno il centro focale di un evento all’insegna di storia, arte, cultura e tradizione, a cui tutti sono invitati a partecipare.

In particolare, presso la cantina seminterrata di Palazzo Boschetti (sito in via Spaventa), nuovamente aperta al pubblico dopo l’ottobre del 2019 quando, per la prima volta fu possibile visitare, in occasione delle Giornate FAI d’Autunno, tutto lo storico palazzo - risalente al XVIII secolo e costruito, addossato a una torretta di epoca precedente, a opera della famiglia Boschetti, proveniente dal Nord Italia - sarà possibile ascoltare storie, letture, aneddoti e aforismi inerenti al tema dell’iniziativa, il vino, declamati dagli Apprendisti Ciceroni® FAI, sapientemente guidati dalla regista e attrice cupellese Giuliana Antenucci, e assaporare prodotti della tradizione cupellese quali vino cotto e novello, pizzelle, scrippelle, ragnata, olio extravergine di oliva, il tutto prodotto da “mani” locali cupellesi doc.

Contemporaneamente, presso Palazzo Marchione, sede del Comune, il pubblico, ugualmente guidato dagli Apprendisti Ciceroni® FAI, sarà coinvolto in un percorso tra i diversi ambienti del Palazzo, un percorso che mescolerà momenti “teatrali” ad altri a carattere espositivo e che si concluderà con l’esposizione, presso la sala multimediale “E. Mattei”, della collezione privata di ferri per pizzelle di Maria Sabatini, di cui ne è orgogliosa collezionista, e di ferri storici. Tra questi ultimi sarà possibile ammirare, ad esempio, il ferro per ostie datato 1850 proveniente da Palazzo Magnarapa di Casalbordino oppure quello del 1860 ca. proveniente da Palazzo Marcone di Atessa o ancora il ferro per ostie da consacrare, del 1850, da Palazzo Giovannelli di Lentella, e i due ferri per pizzelle “autoctoni”, uno del 1857 proveniente proprio da Palazzo Boschetti e l’altro risalente al 1878 e appartenuto a un’altra storica famiglia cupellese, i Chinni.

L’evento si svolgerà nel rispetto delle norme anti Covid, dunque gli ingressi saranno contingentati e saranno necessari green pass e mascherina.

Condividi su:

Seguici su Facebook