Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Tir dalla Statale 16 all'A14 in estate, risoluzione approvata. Ora serve l'atto decisivo

Votata all’unanimità su proposta del consigliere Smargiassi (Movimento 5 Stelle)

Condividi su:

Code, traffico, caos sulle strade. Ogni rosa ha le sue spine e anche l’esodo vacanziero, la fuga verso il relax e il riposo estivo ha il suo risvolto negativo e i suoi timori. A questa lineare considerazione va aggiunta una realtà che, purtroppo, è cronaca costante anche nel nostro territorio: la sicurezza che può sempre esser messa a rischio, i pericoli che uno spostamento può comportare. 

Durante l’ultima seduta del Consiglio regionale si è tornato a discutere della sicurezza sulla Statale 16 nel tratto tra Vasto e Ortona: l’aula ha approvato all’unanimità una risoluzione, su proposta del consigliere del Movimento 5 Stelle Pietro Smargiassi, che impegna la Regione Abruzzo a garantire una maggiore sicurezza sul tratto. La risoluzione, sottolinea Smargiassi, “rappresenta un impegno formale da parte della Regione a interloquire con gli organi competenti affinché i mezzi pesanti siano deviati sul tratto corrispondente della A14” così da decongestionare il traffico.  

La Statale 16 come ogni estate registra incrementi esponenziali di traffico con un elevato aumento del flusso veicolare, amplificato soprattutto dai turisti che percorrono la statale e sostano ai margini delle carreggiate per raggiungere le diverse spiagge della Costa dei trabocchi – ha dichiarato alla stampa Smargiassi - questo comporta contestualmente un aumento degli attraversamenti su un tratto massicciamente percorso da TIR. Una commistione di eventi potenzialmente pericolosa, tanto che è la stessa Polizia stradale a sollecitare le iniziative normative per decongestionare il traffico. Ho deciso pertanto di riportare all’attenzione del Consiglio regionale la problematica, proponendo di dirottare tutti i mezzi pesanti nel vicino tratto di A14 e anche rinnovando l’invito ad intensificare i controlli per scongiurare e vietare il parcheggio selvaggio in corrispondenza con gli accessi alla spiaggia. Mi auguro che la Giunta si impegni a legiferare in via definitiva sulla questione in modo da attivare in modo sistematico queste precauzioni ogni estate. È necessario lavorare in modo continuativo per garantire sicurezza ai turisti e a tutti i residenti che transitano sulla Statale 16”. 

Il tema era stato sollevato nei mesi scorsi, risoluzione era stata proposta da Smargiassi il 24 aprile ed inviata al Presidente della II Commissione del Consiglio Regionale – Territorio, Ambiente ed Infrastrutture Marcovecchio. Iniziativa, rese noto Smargiassi, “nata negli scorsi anni dall’impulso di alcuni agenti delle forze dell’ordine che troppo spesso sono testimoni di tragedie su quel tratto di strada”. Statale 16 che, nel tratto tra Vasto e Ortona, “costeggia le spiagge, lungo il quale gli automobilisti posteggiano i propri veicoli su entrambi i lati”, sottolineò in occasione della presentazione della proposta il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, restringendo la carreggiata con i “mezzi più ingombranti si trovano costretti a dover invadere parte della corsia opposta”. “La soluzione attuata in precedenza si è rivelata efficace ed è prevista da una legge regionale mai abrogata, la 45/99 – dichiarò Smargiassi alla stampa - per obbligare i mezzi pesanti e i tir a transitare sulla A14 e ridurre, conseguentemente, il rischio di incidenti”.

Condividi su:

Seguici su Facebook