Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

I benefici della sigaretta elettronica: parlano gli esperti

Molto più di una moda: la sigaretta elettronica e i vantaggi del suo utilizzo

Condividi su:

Quando si parla di sigaretta elettronica, l’opinione pubblica è spesso divisa: molti la considerano una valida alternativa alla sigaretta tradizionale, notoriamente pericolosa per la salute, mentre altri si chiedono quali potrebbero essere i rischi collegati al suo utilizzo che probabilmente si manifesteranno tra qualche decennio. 

Se c’è qualcosa di certo, però, è che il fenomeno dello svapo si è diffuso a macchia d’olio, così come i negozi fisici o virtuali presso i quali è possibile acquistare i prodotti necessari. Tra questi, lo shop online di e-cig Terpy si è recentemente distinto per la varietà degli articoli proposti. 

La motivazione della forza di tale fenomeno, checché se ne dica, è da rintracciare nei benefici che l’utilizzo di questi dispositivi apporta all’organismo rispetto al consumo delle sigarette classiche. 

Gli studi condotti in questo senso, infatti, sebbene la giovane età delle sigarette elettroniche non consenta ancora l’analisi degli effetti sul lungo periodo, non hanno riscontrato pericoli per la salute nel breve e medio termine. 

Prima di fare una breve rassegna delle principali ricerche scientifiche in merito e dei benefici che l’utilizzo delle e-cig apporta all’organismo, vediamo quali sono le motivazioni di maggior rilevanza per passare dalle sigarette tradizionali a quelle elettroniche.

Perché sempre più persone passano alla sigaretta elettronica?

Secondo molti fumatori, passare alla sigaretta elettronica rappresenta il primo step verso la fine del tabagismo. Ma come mai?

Le ragioni sono attribuibili ad alcune delle caratteristiche fondamentali di questi dispositivi: la gestualità estremamente simile all’atto effettivo di fumare e la possibilità che offrono di regolare i livelli di nicotina da svapare in base alle proprie esigenze. 

Questi due aspetti sono i punti di forza più evidenti della nuova tendenza a svapare e rappresentano anche due strategie fondamentali per la lotta al tabagismo. 

Le difficoltà maggiori in questo processo, infatti, sono costituite dalla sindrome di astinenza da nicotina (facilmente aggirabile diminuendo progressivamente il livello contenuto nel liquido per svapo) e dalla mancanza dell’abitudine al gesto di fumare (mantenuto in toto nel meccanismo di funzionamento della e-cig). 

Il vantaggio più evidente, a questo punto, è rappresentato senza dubbio dal supporto che questo dispositivo è in grado di offrire a chi sta cercando di smettere di fumare. 

Ma non è l’unico. 

Quali sono, dunque, i benefici dell'utilizzo della sigaretta elettronica rispetto a quella tradizionale?

Il beneficio più immediato, riscontrato sin dalle prime settimane di sostituzione della sigaretta tradizionale con quella elettronica, riguarda il considerevole miglioramento della capacità respiratoria. Anche l’infiammazione alla gola diminuisce notevolmente, così come la fastidiosa secchezza dovuta al processo di combustione. 

Di pari passo, calano anche l’irritazione ai bronchi e il senso di pesantezza al petto, favorendo una respirazione più libera e il recupero più veloce del fiato. Una delle prime conseguenze del fumo di sigaretta, infatti, è proprio la sensazione di non avere abbastanza aria nei polmoni. 

Oltre a questi benefici iniziali, nelle settimane successive si riscontra una diminuzione della produzione di espettorati e catarro, insieme alla ritrovata pienezza dei sensi dell’olfatto e del gusto, molto spesso anestetizzati dal fumo di sigaretta. 

Questi, quindi, gli effetti benefici riportati da chi ha già sperimentato le differenze concrete tra sigarette classiche ed elettroniche. Ma la comunità scientifica come si pone al riguardo?

Sigaretta elettronica: cosa dice la scienza?

In linea di massima, la comunità scientifica si mostra tendenzialmente a favore dell’utilizzo della sigaretta elettronica, specialmente alla luce degli effetti devastanti provocati dal fumo di sigaretta tradizionale. 

In particolare, il Prof. Umberto Veronesi, oncologo di fama internazionale da sempre sensibile al tema del fumo, ha dichiarato di difendere la sigaretta elettronica proprio in risposta alla bocciatura della stessa da parte dell’OMS. Ma non è l’unico. 

Insieme a lui, altri 50 scienziati provenienti dal vecchio e nuovo continente si sono schierati a favore, enfatizzando la ben nota tossicità del tabagismo. 

In uno studio pubblicato nel 2021 su GOV.UK, si afferma che il numero di fumatori che è riuscito ad abbandonare il vizio del fumo con l’aiuto della sigaretta elettronica è nettamente superiore rispetto a quello di chi ha optato per metodi alternativi. 

Una stima dei numeri ha evidenziato più di 50.000 casi, solo nel 2017, di fumatori che sono riusciti a smettere grazie alla sigaretta elettronica, che si rivela essere ufficialmente più efficace dei metodi sostitutivi della nicotina tradizionali. 

Ancora, i tassi di successo di coloro i quali hanno scelto di utilizzare prodotti di vaping nel loro percorso di disintossicazione dalla nicotina sono tra i più alti: tra il 59,7% e il 74% nel 2019-2020.

Per concludere, preferire la sigaretta elettronica a quella classica apporta numerosi benefici all’organismo. 

Insomma, la nocività del fumo di sigaretta è da molti anni fuori da ogni dubbio. 

Di recente, però, fumare ha assunto una nuova connotazione e sempre più fumatori stanno scegliendo di abbandonare la sigaretta tradizionale in favore di quella elettronica. 

I benefici sono evidenti sin dalle prime settimane e anche la comunità scientifica, a fronte dei danni permanenti causati dal tabagismo, si mostra favorevole al suo utilizzo. 

Condividi su:

Seguici su Facebook