Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Didattica a distanza e intoppi, lo sfogo di un genitore

Condividi su:

Sono il papà di una bambina che frequenta la Scuola primaria presso il plesso sito in zona Incoronata.

A causa di alcune positività, la classe di mia figlia, insieme ad altre è in D.A.D. ma, nonostante ci siamo già passati e quindi il tempo per l'adeguamento e per sopperire alle inefficienze telematiche c'è stato, ci ritroviamo sempre allo stesso punto... docenti offline per mancanza di connessione.

Io personalmente non lo sapevo, ma da quanto ho appreso (qualcuno mi corregga se non è cosi), i docenti usano le "famose saponette" per connettersi... saponette date loro in dotazione dalle istituzioni... saponette che non hanno piani illimitati di connessione e che inevitabilmente, una volta finiti i bundle di giga a disposizione, non funzionano più.

Quando una classe va in D.A.D., nelle famiglie dove lavorano entrambi i genitori, si creano molte difficoltà organizzative. Non chiediamo chissà che cosa, ma visto che noi genitori ci dobbiamo organizzare, chiediamo a chi di dovere di organizzarsi per il meglio anche loro facendo in modo che le cose funzionino. Se poi l'adeguamento è di difficile organizzazione per motivi che non conosciamo (personalmente trovo inaccettabile che un qualsiasi istituto scolastico sia privo di connessione fissa nel 2022),tanto vale far stare i ragazzi a casa in una sorta di "ferie" e farli recuperare in presenza quanto prima.

Non voglio creare polemiche, anzi, spero che questo sfogo abbia un risvolto costruttivo, ma cerchiamo di fare in modo che questi ragazzi, già di per sé condizionati dal periodo e dagli eventi che stiamo vivendo ormai noti a tutti, abbiano almeno un'istruzione dignitosa.

Condividi su:

Seguici su Facebook