Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Azione Universitaria: “Verità e Giustizia per Davide Giri”

Flash mob alla 'd'Annunzio' per portare all’attenzione la morte del giovane ricercatore italiano ucciso a New York

Condividi su:

Davide Giri era un nostro connazionale, un ragazzo di 30 anni, un dottorando di ricerca alla Columbia University, laureato con il massimo dei voti al Politecnico di Torino, si era specializzato in altri prestigiosi atenei stranieri prima di trasferirsi a New York. Davide era un ragazzo mosso dal desiderio e dalla voglia di sapere e di conoscere, la cui vita è stata crudelmente stroncata.

La sera di venerdì 3 dicembre 2021, poco dopo le ore 23:00, mentre stava tranquillamente attraversando il Morningside Park per tornare alla sua residenza universitaria ha incrociato un ragazzo che lo ha accoltellato e ucciso, lo stesso ha poi ferito anche un altro turista, nostro connazionale, fortunatamente fuori pericolo.

I grandi quotidiani statunitensi minimizzano l’accaduto, una storia piena di mistero, sulla quale pare non si voglia far luce.

Il suo assassino, il venticinquenne pregiudicato Vincent Pinkney, apparteneva a una delle più feroci gang di New York e nonostante una recente aggressione ed i suoi precedenti penali, era a piede libero.

Un surreale silenzio mediatico ed istituzionale ha avvolto l’intera vicenda, sono poche le informazioni fornite sulla morte del giovane ricercatore che ha ricevuto una marginale attenzione da parte non solo della stampa statunitense ma anche di quella italiana.

Questa tragica scomparsa addolora tutta la comunità accademica universitaria ed in particolare l’Associazione studentesca Azione Universitaria chiede che venga fatta luce su questa terribile vicenda, chiede verità e giustizia per il giovane ricercatore sfoggiando uno striscione con la scritta “Verità per Davide Giri” davanti all’Università degli Studi “G. d’Annunzio” e presentando una mozione all’Ateneo.

“Mercoledì 22 dicembre 2021 abbiamo protocollato una richiesta per portare all’attenzione della comunità accademica la triste vicenda dell’omicidio di Davide Giri, ricercatore italiano presso la Columbia University (New York), barbaramente ucciso da un pregiudicato americano. Queste purtroppo sono le uniche informazioni che dallo scorso venerdì 3 dicembre, giorno in cui è accaduto il tragico fatto, abbiamo potuto apprendere. Negli Stati Uniti la vicenda è stata addirittura confinata nelle pagine locali e nemmeno nei principali quotidiani italiani è stata data la giusta rilevanza alla vicenda. Per questi motivi ci sembra doveroso che l’Università, per la quale Davide stava dedicando la propria vita professionale, sensibilizzi l’opinione pubblica e le autorità competenti a fare luce su quanto accaduto. Un piccolo gesto a sostegno della famiglia di Davide che ci auguriamo possa rivelarsi utile nella ricerca della verità.”, si legge in una nota di Azione Universitaria.

Condividi su:

Seguici su Facebook