Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

La passione di Marisalievitoefarina

Una giovane signora cupellese ci racconta come nasce il suo amore per la panificazione e come si è articolato durante il lockdown

| di Chiara Zocchi
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Marisa Pinto, meglio conosciuta come “marisalievitoefarina” è diventata autrice della sua pagina il 2 marzo 2020 durante la triste pandemia che all’improvviso ha raggiunto l’Italia e tutto il mondo.

Come nasce il tuo gruppo, poi divenuto pagina facebook e perché?

L’idea iniziale era quella di creare un corso gratuito al comune di Cupello, con la collaborazione dell’assessore alle politiche sociali Giuliana Chioli. L’obiettivo era avvicinare i cupellesi al mondo che più amo: quello della panificazione. A causa del lockdown, essendo bloccata a casa senza la possibilità di articolare tutto ciò che ci eravamo prefissate, ho deciso di creare un gruppo facebook con lo stesso scopo, a quel punto solo in pochi giorni ho iniziato a notare moltissimi riscontri positivi da parte di cupellesi e non. La pagina Facebook, che presto diventerà un blog vero e proprio, è stata aperta subito dopo il gruppo e attualmente ho tante persone che mi seguono.

Hai sicuramente una grande passione per la cucina, ma perché hai particolarmente a cuore il tema della panificazione?

Mio marito mi parlava sempre del pane di sua nonna che mangiava da bambino, con una fragranza e una conservazione che non era mai più riuscito a trovare in nient’altro, da questo ho iniziato ad interessarmi molto superficialmente all’argomento. Esistono tanti blog, gruppi, pagine Facebook di panificatori e io sono capitata per caso sul sito di una confraternita che organizzava corsi amatoriali, ho deciso di iscrivermi e ho studiato per quasi di 10 anni ogni sfumatura del tema: dai lieviti alle farine, c’è un mondo vero e proprio dietro! Attualmente sto per prendere il diploma di insegnante panificatore a livello amatoriale ed è diventata una delle mie passioni più grandi.

Nella tua pagina pubblichi settimanalmente ricette e sei molto attiva, che riscontro hai avuto nel tuo paese?

Sin dai primi giorni moltissime persone di Cupello hanno iniziato a seguirmi, tutti erano molto curiosi di come io riuscissi a fare il pane con lievito madre, di birra o con i prefermenti, forse credendo che bastasse una semplice ricetta, ma purtroppo non è così e il mio obbiettivo è trasmettere proprio questo messaggio: il pane è tecnica, tempo…ma soprattutto passione! Così ho passato la mia quarantena a diffondere ciò che amavo a chi mi ha adottato: i cupellesi, con video, foto, spiegazioni e addirittura lunghissime telefonate individuali per svelare ogni mio segreto.

Forse molti credevano che io lo facessi per soldi o semplicemente per farmi un po’ di pubblicità, ma vendere il pane non è mai stato ciò che avevo in mente: panifico perché amo panificare e per fare felice la mia famiglia e chi mi sta intorno, infatti regalo sempre una pagnotta ogni volta che sforno, per scaramanzia!

Perché dici di essere stata adottata?

Io sono nata e cresciuta a San Giorgio a Cremano, un paese in provincia di Napoli, avevo più o meno 20 anni quando sono arrivata a Cupello e mi sono sentita da subito accolta. Mio marito è nato e cresciuto qui e ho scelto di far vivere la stessa realtà anche ai miei figli, perché la ritengo sana e inclusiva. Dico di essere stata adottata perché i cupellesi sono la mia seconda famiglia, nonostante io sia fiera di essere napoletana qui sto bene e lasciare questo paese non mi darebbe serenità.

Per Marisa cucinare è un atto d’amore, diffondere l’amore è sempre qualcosa di positivo e lei ha cercato di farlo soprattutto durante il brutto periodo che purtroppo l’Italia ha vissuto.

                                                                                                                                                                                                                      

 

Chiara Zocchi

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK