Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

PROPOSTA UNA MOSTRA FOTOGRAFICA MULTIMEDIALE SU DON MILANI E LA SCUOLA DI BARBIANA

Condividi su:
Un'interessante iniziativa viene proposta per il mese di aprile dall'Ufficio Diocesano di Pastorale Scolastico, il cui direttore è il vastese don Nicola Florio, e dal Movimento Studenti di Azione Cattolica: una mostra fotografia-multimediale per ricordare don Lorenzo Milani e la Scuola di Barbiana, a quarant'anni dalla ''Lettera ad una professoressa''. Sottolineano gli organizzatori: ''L'iniziativa parte dalla convinzione che l'esperienza di Barbiana può aiutare i nostri studenti ad ''abitare'' la scuola da protagonisti, a viverla non solo come luogo del sapere, ma anche come spazio di crescita umana. I ragazzi di Barbiana chiedevano una scuola che non preparasse al diploma, ma alla vita; che non insegnasse saperi vuoti di senso, ma che attribuisse a tutto un ''fine grande''. Il fine grande di Barbiana era il prossimo, per questo ci insegna che il Sapere non è prestigio, ma serve solo per darlo''. La Mostra ha per titolo proprio le parole che sottolineano l'insegnamento di Barbiana: ''Il Sapere serve solo per darlo''. Gli organizzatori sono coscienti che Barbiana non è il modello di scuola ideale: è una provocazione che ha la forza di parlare soprattutto ai giovani. Ed è agli studenti delle scuole superiori della città del Vasto che è rivolto in particolare l'invito a visitare la mostra con il seguente programma: dal 7 al 9 aprile 2008 presso il locali della Parrocchia San Paolo (per il Liceo Scientifico e l'Itis ''E. Mattei''); dal 10 al 12 aprile 2008 presso il Palazzo d'Avalos - Sala Vittoria Colonna (per il Liceo Classico e per gli Istituti d'Arte, Magistrale e Commerciale). Per le scuole superiori di Chieti la visita è prevista presso il Seminario Regionale dal 14 al 19 aprile 2008. Per prenotare la visita, ci si può rivolgere all'assistente del MSAC, don Leo Rosa, telefonando al numero 347.4826978 entro sabato 5 aprile 2008.
Condividi su:

Seguici su Facebook