Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Guariti dal Covid, il ringraziamento ai medici dell'Usca: "Cari dottori, vi portiamo nel cuore"

La lettera di una coppia di pensionati vastesi agli operatori dell'Unità di Continuità Assistenziale della Asl

Condividi su:

Egregio Signor Direttore,

noi scriventi siamo una coppia di pensionati che purtroppo ha contratto il C ovid-19.

Esperienza terribile e tremenda, vissuta interamente a domicilio in cui compagne quotidiane sono state paura, ansia, isolamento, abbandono, fino a quando ad occuparsi clinicamente e personalmente di noi sono venuti i medici dell’Usca (Unità Speciali di Continuità Assistenziale, ndr.) nelle persone del dott. Aurello, dott. Alessandro e dott. Abed, ai quali vanno i nostri ringraziamenti.

Oltre alla competenza e professionalità si sono presi personalmente cura di noi con le visite domiciliari e le telefonate quotidiane con cui hanno seguito l’iter della malattia. Non solo, ma vogliamo segnalare la grande umanità nel sopportare e supportare anche psicologicamente le crisi di ansia non indifferenti scaturite dalla malattia, dalla paura, dalla solitudine, dall’incertezza nell’evolversi della stessa.

Adesso, fortunatamente, ne siamo fuori.

Cari Dottori vi portiamo nel cuore e la nostra  gratitudine rimarrà per sempre. Cari amici che ci avete visitato quando eravamo malati, amici da ricordare con infinita riconoscenza.

Gianni Cieri e Lucia Battista

Condividi su:

Seguici su Facebook