Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Fermati per un controllo, dicono di andare al pronto soccorso. Ma non è così e scattano le denunce

Due vastesi segnalati alla Procura. Verifiche della Polizia sulla veridicità delle autocertificazioni per gli spostamenti

redazione
Condividi su:

Nell'ambito dei rafforzati servizi di controllo del territorio edi contrasto alla criminalità, oltre che per la verifica del rispetto delle norme anti-Covid, disposti dal Questore della Provincia di Chieti, Annino Gargano, gli uomini del Commissariato di P.S. di Vasto, nell'attività di istituto, hanno posto particolare attenzione anche sul contenuto delle dichiarazioni rese dalle persone controllate sulle autocertificazioni.

Tale attività di verifica ha portato alla denuncia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vasto di due persone per il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico; reato punito con la reclusione fino a due anni.

In sostanza, due delle persone sanzionate la settimana scorsa avevano autocertificato di trovarsi fuori l'abitazione in orario non consentito poiché essere diretti al Pronto Soccorso per un malore di uno di loro.

I successivi accertamenti hanno dimostrato il falso di quanto riferito dai predetti agli operatori della Polizia di Stato; infatti, quella notte e nelle ore seguenti nessuno dei due si era recato al Pronto Soccorso dell'Ospedale di Vasto per essere sottoposto a cure mediche.

Nei giorni a seguire ed, in particolare, nei prossimi fine settimana la Polizia di Stato intensificherà ulteriormente i controlli sulle strade, nelle piazze e nei luoghi di ritrovo di Vasto.

Condividi su:

Seguici su Facebook