Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Schael tira le somme dopo lo screening di massa

Il bilancio del direttore generale della Asl Lanciano-Vasto-Chieti: allerta alta nell'area metropolitana

redazione
Condividi su:

Buoni i risultati ottenuti con il test di massa, ma l’allerta resta alta nell’area metropolitana.

Si tirano le somme dopo l’ultima tornata di screening per via dei nuovi positivi identificati non solo con i tamponi rapidi, ma anche con il molecolare: nella mattina di lunedì 8 febbraio 2021 sono altri 25 a Chieti e 15 a Francavilla al Mare, ragione per la quale restano attive alcune postazioni per tutta la settimana, come anche a San Giovanni Teatino, dove tutti possono andare o tornare nuovamente a farsi testare con gli antigenici. Martedì 9 febbraio 2021 la situazione epidemiologica sarà oggetto di analisi nel corso della riunione in Prefettura con i componenti del tavolo permanente "Salus et spes". Nel fine settimana appena trascorso sono stati eseguiti 25.686 test, di cui 148 risultati positivi.

Più che soddisfacente, comunque, la risposta dei cittadini in termini di partecipazione alla campagna ad ampio raggio e di gradimento per l’organizzazione messa in campo, frutto di una stretta collaborazione tra Comuni, Asl Lanciano Vasto Chieti, Protezione civile e mondo del volontariato.

"Se abbiamo avuto successo è perché tutti hanno profuso un grande impegno - sottolinea il direttore generale della Asl, Thomas Schael - ed è doveroso ringraziare i sindaci e gli operatori che hanno offerto un contributo di tipo professionale e organizzativo che a Lanciano, in particolare, ha visto un coinvolgimento ampio grazie al lavoro svolto da Manola Rosato, direttore del Distretto sanitario. Ugualmente da evidenziare l’ìmportanza del coordinamento di tutte le sedi di screening, che la Asl ha affidato al Servizio qualità, diretto da Maria Di Sciascio. Senza trascurare il contributo offerto dall’Ordine dei medici della provincia di Chieti, presieduto da Lucilla Gagliardi. I numeri del contagio, però, non ci lasciano tranquilli: se sono ancora contenuti nei territori, soprattutto nelle aree interne, a Chieti e nell’area di confine con Pescara sono di segno diverso e suscitano legittime preoccupazioni. Restano, pertanto, strettamente monitorate queste località. Ai residenti chiediamo di continuare a collaborare con la sanità pubblica: quanti sono entrati in contatto con persone positive chiedano al proprio medico di eseguire un tampone molecolare ai drive-in, mentre gli asintomatici possono affidarsi ai tamponi rapidi che continuiamo a fare per tutta la settimana nelle città più a rischio". 

Questi i numeri complessivi dello screening nelle giornate del 6 e 7 febbraio 2021:

Casalbordino 1.022 tamponi (0 positivi)

Chieti 8.020 tamponi (47 positivi)

Civitella Messer Raimondo 275 tamponi (0 positivi)

Fossacesia 828 tamponi (0 positivi)

Lanciano 5.297 tamponi (29 positivi)

Lentella 307 tamponi (0 positivi)

Monteodorisio 597 tamponi (1 positivo)

Palmoli 292 tamponi  (15 positivi)

Roccamontepiano 870 tamponi (1 positivo)

Roccascalegna 601 tamponi (5 positivi)

Taranta Peligna 69 tamponi (0 positivi)

Tollo 934 tamponi (6 positivi)

Torrevecchia Teatina 1.337 tamponi (25 positivi)

Vasto 5.100 tamponi (19 positivi)

Ortona (Istituto professionale Marconi) 137 tamponi (0 positivi)

Condividi su:

Seguici su Facebook