Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

'Zona rossa' per i vicini centri del Basso Molise

Il provvedimento del presidente della Regione Toma interessa 27 comuni dell'area del Distretto Sanitario di Termoli

redazione
Condividi su:
 

A pochi chilometri da Vasto, un intero territorio, quello del Basso Molise, finisce in 'zona rossa': lo ha deciso il presidente della Regione Molise Donato Toma con una ordinanza su indicazione dell'Asrem, l'azienda sanitaria regionale.

L'ambito è quello del Distretto Sanitario di Termoli

"Sono i numeri a preoccupare in Molise - si legge sull'Ansa -, non si interrompe infatti la catena dei decessi riconducibili al Covid-19. Nelle ultime 24 ore (dati di domenica, ndr.) si sono registrate altre 5 vittime, 293 in totale dall'inizio dell'emergenza, 84 nuovi contagi, in leggera diminuzione rispetto a sabato (91), a fronte di 631 tamponi refertati, ieri 692, 31 guariti, 7 ricoveri nel reparto di malattie infettive dell'ospedale Cardarelli di Campobasso. Si apprende dal report diffuso in serata dall'Azienda sanitaria regionale (Asrem). Tra i nuovi contagi, si registrano 14 a Campomarino (Campobasso) e 17 a Termoli (Campobasso). Il totale dei ricoverati in malattie infettive è 71, due in più rispetto a sabato, 11 in terapia intensiva (invariato), quello degli attualmente positivi in regione è 1.408, gli asintomatici a domicilio 1.322, mentre il totale dei soggetti in isolamento è 1.561, 2.753 le visite domiciliari attualmente effettuate dalle Unità speciali di continuità assistenziale (Usca)". 

In 'zona rossa' ci sono da oggi: Termoli, Campomarino, Acquaviva Collecroce, Casacalenda, Castelmauro, Civitacampomarano, Colletorto, Guardialfiera, Guglionesi, Larino, Mafalda, Montecilfone, Montefalcone del Sannio, Montemitro, Montenero di Bisaccia, Montorio nei Frentani, Palata, Petacciato, Portocannone, Ripabottoni, Rotello, San Felice del Molise, San Giacomo degli Schiavoni, San Giuliano di Puglia, San Martino in Pensilis, Santa Croce di Magliano, Tavenna e Ururi. L’ordinanza ha efficacia fino al prossimo 21 febbraio.

Condividi su:

Seguici su Facebook