Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

San Marco, la visita pastorale del vescovo Forte: una parrocchia 'dinamica e generosa'

Padre Bruno accolto nella comunità guidata da Don Nicola Fioriti

| di Luigi Medea
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

La vista pastorale che l’Arcivescovo Mons. Bruno Forte ha fatto ieri mattina, domenica 10 gennaio, nella Parrocchia di S. Marco Evangelista di Vasto è stata vissuta con intensità di fede e come gioioso incontro di vita comunitaria.

Il parroco don Nicola Fioriti ha voluto preparare i fedeli all’importante evento con un agile “sussidio”, dove, oltre alla storia della parrocchia, sono stati offerti utili approfondimenti sia su alcuni termini teologici, quali la Chiesa, il Papa, la diocesi, i vescovi, i sacerdoti e la parrocchia, sia sul perché il Vescovo fa la sua visita pastorale in una comunità parrocchiale, che diventa, secondo il Direttorio della Congregazione dei Vescovi, l’occasione “per ravvivare le energie degli operai evangelici, lodarli, incoraggiarli e consolarli, oltre che per richiamare  tutti i fedeli al rinnovamento della propria vita cristiana e ad una azione apostolica più intensa”.

Date le restrizioni legate al Covid 19, sono stati solo due i momenti che hanno caratterizzata la presenza di Padre Bruno: l’assemblea parrocchiale alle ore10,00 e la celebrazione eucaristica alle ore 11,00.

Durante l’assemblea il Vescovo ha ascoltato innanzitutto l’intervento di don Nicola, che ha elencato le varie iniziative pastorali e liturgiche che si svolgono in parrocchia con la disponibilità generosa dei fedeli, con un forte senso di appartenenza e con una incisiva dedizione alla formazione spirituale sia dei bambini che degli adulti, e poi ha lodato le testimonianze di quanti (soprattutto i gruppi di Nuovi Orizzonti e neocatecumenali) stanno vivendo l’accoglienza comunitaria, sotto la vigile guida di don Nicola. Per tutti Padre Bruno ha dato tre indicazioni: ricordare che Dio si è rivelato come Amore-Trinità, da cui deriva l’impegno per il cristiano di vivere nell’amore; essere presenti nella dimensione ecclesiale con una piena accoglienza, perché anche la Chiesa è amore; diventare sempre più comunità missionaria che annuncia il Vangelo e si pone al servizio degli altri.

Molto coinvolgente la Celebrazione eucaristica, presieduta dall’Arcivescovo, e concelebrata dal parroco don Nicola Fioriti e dai sacerdoti don Gino Smargiassi, don Mario Di Matteo e don Luca Corazzari. Presente al sacro rito con la fascia tricolore il sindaco Francesco Menna. Presente anche il neo-diacono Gianmarco Medoro, che dal 2019 sta facendo esperienza pastorale nella comunità di San Marco e che ha proclamato il Vangelo, distribuendo poi la Comunione.

Durante l’omelia Padre Bruno, richiamandosi alle letture domenicali della Festa del Battesimo di Gesù, ha lasciato ai fedeli un triplice messaggio. Innanzitutto siate una comunità di cercatori di Dio, perché il primo compito di una parrocchia deve essere quello di accendere il desiderio di Dio; poi siate una comunità dove si vive quotidianamente l’Amore di Dio, perché la vera risposta alla sete di Dio è annunciare e testimoniarne il suo Amore; infine, siate una comunità che testimonia il desiderio di Dio e l’Amore per Lui nella luce Trinitaria, perché la fede di tutti i cristiani si fonda sulla Trinità.

Prima di dare la benedizione finale, l’Arcivescovo ha letto la relazione sulla visita, elogiando la dinamicità e la generosità della parrocchia, ed ha regalato alla Comunità un piatto con l’immagine della Madonna dei Miracoli. Dopo la Messa ha incontrato i bambini e i ragazzi del Catechismo.

Luigi Medea

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK