Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Zone scolastiche in sicurezza e corsie ciclabili, le sollecitazioni del Forum Civico Ecologista

Confronto aperto con l'amministrazione comunale e, in particolare, con l'assessore alla Mobilità Paola Cianci

| di Anna Bontempo (Il Centro)
| Categoria: Attualità
STAMPA

L’amministrazione comunale si è impegnata a realizzare le zone scolastiche, che riescono a garantire un più elevato grado di sicurezza per le scolaresche nonché un beneficio in termini ambientali, ma le corsie ciclabili e le zone 30 restano ancora sulla carta nonostante siano passati ormai più di tre mesi dai provvedimenti presi dalla giunta”. 

Il Forum Civico Ecologista sintetizza così l’incontro avuto il 29 ottobre scorso in Comune, insieme ad altre associazioni, con l’assessore alla Mobilità Paola Cianci.

Era stato proprio il sodalizio presieduto da Nicholas Tomeo a sollecitarlo per avere risposte in merito alla realizzazione di alcuni interventi di mobilità sostenibile, dopo aver denunciato nelle scorse settimane il rifacimento della segnaletica sui parcheggi in via Ciccarone, una delle zone dove dovrebbero essere istituite le corsie ciclabili.

“E’ stata l’occasione per porre alcune domande direttamente all’assessore”, spiega Tomeo, “domande che avevano già avanzato dopo le delibere di giunta del luglio scorso, recepite con le ordinanze n. 282/2020 e n. 283/2020 a firma del comandante della polizia municipale –, le quali impegnavano l’amministrazione a realizzare le corsie ciclabili, le zone 30 e le case avanzate. Nello specifico chiedevamo come si intendesse concretamente porre in essere le opere annunciate e, se sì, attraverso quali tempistiche dal momento che, ad oggi  nonostante siano passati più di tre mesi dall’adozione degli atti, non ancora è stato realizzato neppure un metro di corsia ciclabile e lo stesso dicasi per le altre misure. Inoltre, nell’occasione, abbiamo richiesto la realizzazione delle zone scolastiche, ovvero zone in prossimità di edifici scolastici in cui garantire una particolare protezione dei pedoni e dell’ambiente attraverso il divieto o la limitazione alla circolazione delle autovetture, nonché  il divieto di sosta o fermata delle stesse, all’entrata e all’uscita delle scuole, consentendo il transito e la sosta solo agli scuolabus e alle autovetture adibite al trasporto dei diversamente abili”.

Per Tomeo “la necessità di quest’ultima misura è estremamente importante visto che, all’entrata e all’uscita delle scuole, alunni e alunne sono costretti a muoversi anche tra macchine parcheggiate sui marciapiedi, sulle strisce pedonali o in divieto di sosta. Pertanto, consci dell’urgenza di tale misura, abbiamo sollecitato l’amministrazione comunale a provvedere descrivendo nel dettaglio le nostre proposte realizzabili nell’arco di pochi giorni.

Ebbene, circa le zone scolastiche possiamo dire di avere ricevuto un interessamento dell’amministrazione la quale ha manifestato il proprio favore e, pertanto, si è impegnata alla realizzazione delle suddette zone.

Per quel che riguarda le altre misure, nostro malgrado dobbiamo registrare che ad oggi non solo non si è provveduto ad attuare nel concreto i provvedimenti rimasti solo sulla carta ma, a quanto pare, la strada da percorrere è ancora molto lunga, conclude il referente del Forum.

Anna Bontempo (Il Centro)

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK