Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Regolamento del Verde: "Strumento atteso e di grande utilità"

La nota di Andrea Benedetti (Possibile Vasto)

| di riceviamo e pubblichiamo
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

"Il Regolamento per la gestione del verde pubblico e privato che è stato approvato il 5 ottobre dal Consiglio Comunale di Vasto rappresenta uno strumento normativo molto atteso e di grande utilità, che consentirà, finalmente, di gestire in maniera corretta e sostenibile il rapporto che intercorre tra gli interventi, compresi quelli di manutenzione, e la tutela del verde urbano, preziosissimo per salvaguardare la salute dei cittadini, giacché, come ci ricorda, tra gli altri, “Medics for Clean Air” (una coalizione di medici, infermieri e altri operatori sanitari affiliata alla European Public Health Alliance) in una recente campagna, l'inquinamento atmosferico è la più grande minaccia ambientale per la salute pubblica, aumenta il rischio di malattie cardiache, cancro e diabete, causa nuovi casi di asma nei bambini e danneggia quasi ogni organo del corpo umano, inoltre la lunga esposizione può provocare malattie croniche, che danneggiano il sistema immunitario (https://medics4cleanair.eu/).

Dopo numerosi interventi sul verde urbano nella nostra città, a partire dalla potatura fino ad alcuni abbattimenti, che hanno dato vita a polemiche circa la loro correttezza, mettendo in difficoltà, tra gli altri, anche gli operatori, il Comune di Vasto si è finalmente dotato di una serie di norme chiare, che permetteranno di stabilire, caso per caso, quale sia il modo corretto per tutelare il verde all’interno di aree fortemente antropizzate, permettendo di conciliare il progresso e lo sviluppo dei servizi con la sostenibilità.

Particolarmente importanti sono le norme che regolano la potatura, ed in particolare gli interventi di capitozzatura, che saranno generalmente vietati ad esclusione dei casi in cui la “vegetazione è causa di problemi per la collettività” oppure di quelli in cui vi siano “alberi già gravemente compromessi da precedenti e drastiche potature e che per le proprie caratteristiche non hanno ripristinato la chioma in maniera da garantire un nuovo equilibrio vegetativo per l’albero e incolumità per i cittadini”. È lodevole inoltre la norma per cui “ogni intervento di capitozzatura o di potatura non eseguito a regola d’arte si configura a tutti gli effetti, come abbattimento “, in quanto questa costituisce un enorme problema in relazione alla stabilità degli alberi, poiché di fatto li indebolisce gradualmente, fino a farli crollare nel momento in cui si verifichino condizioni meteo più forti della norma.

Il Regolamento è solo uno dei tanti interventi volti a migliorare la qualità dell’aria e la vivibilità del tessuto urbano che un’amministrazione comunale può mettere in campo contribuendo, allo stesso tempo, a preservare l’ecosistema. Occorre agire velocemente in quest’ambito, combattendo, in particolare, il consumo e l’impermealizzazione del suolo per evitare di pregiudicare il diritto alla salute nostro e dei futuri cittadini vastesi, che saranno altrimenti sempre più esposti ai rischi derivanti dall’inquinamento atmosferico e dal dissesto idrogeologico."

Andrea Benedetti - Possibile Vasto

riceviamo e pubblichiamo

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK