Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Chiara Iammarino: dalla danza al musical al Sistina

Grande passione, determinazione e umiltà!

| di Rosaria Spagnuolo
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Maria Chiara Iammarino, giovanissima studentessa della scuola secondaria di primo grado “R. Paolucci” a Vasto, è stata travolta dalla sua passione per la danza e con un provino a febbraio del 2019 a “Danza in fiera” a Firenze, si è trovata catapultata all’Accademia del Sistina e dopo poco anche nel Musical “School of Rock”, con la regia di Massimo Romeo Piparo. Dal palco dei saggi di danza della scuola “Centro Danza Etoile” diretto dall’insegnante e coreografa Maria De Liberato, dalle esperienze teatrali della scuola primaria “G. Spataro” di Vasto, che l’hanno vista anche interpretare il ruolo di Maria Montessori, è arrivata al Sistina, è riuscita a partecipare ad un Musical in giro per l’Italia!

Ha iniziato dall’età di quattro anni a fare scuola di danza. Un percorso lungo, fatto di pazienza, determinazione, grande passione, in un ambiente che l’ha saputa valorizzare e incoraggiare.

Racconta Chiara che quando faceva la prima media, la sua maestra di danza ha organizzato un viaggio nell’incantevole mondo della danza di “Danza in fiera” a Firenze, un grande evento internazionale. Nella fiera si poteva scegliere tra tanti laboratori e la mamma, Manuela Dassori, le ha consigliato l’Accademia del Sistina”. Non sapevano cosa avrebbero proposto, per Chiara la presentazione della scuola è stata veramente entusiasmante, in un attimo ha capito che era proprio quello che sognava! Subito dopo c’è stata l’audizione, la prima per lei. La sorpresa è stata poi, a Vasto, quando è arrivata l’email della scuola che comunicava che l’avevano selezionata, per fare un altro provino a Roma, al Sistina. Chiara, racconta: “Pensavo di non essere presa, sono andata per sperimentare l’emozione di un provino, poi nel grande palco del Sistina. erano 600 ragazzi a Roma, di età e provenienze diverse e solo 80 sarebbero stati presi.”

Grande la gioia di Chiara quando è arrivata la nuova email:” Poteva seguire il corso estivo intensivo all’accademia “Il Sistina”. Questa scuola è un’officina multidisciplinare di grandissimo livello, che focalizza la formazione sull’arte del musical per i ragazzi dagli 8 ai 16 anni. E ideata e fondata dal regista e produttore Massimo Romeo Piparo.

Dice Chiara che è una grande opportunità per chi ha tanta passione e talento. Gli insegnanti sono un gruppo di grandi professionisti altamente qualificati. Per lei è una grandissima esperienza a 360 gradi nel campo della recitazione, canto, ballo, attività circensi, clownerie, musica.

Ha frequentato il corso estivo nel 2019, in un’esperienza molto impegnativa ma veramente meravigliosa. Grande è stata la sorpresa quando al saggio di fine anno sul palco hanno fatto il suo nome per partecipare al Musical “School of Rock”, con la regia di Massimo Romeo Piparo. Solo 3 ragazzi del primo corso sono stati presi per lo spettacolo.

Bellissima la storia raccontata nel musical. Si parla di un musicista incallito, ma senza ingaggio, che riesce a trovare lavoro da insegnante in un blasonato istituto, con una classe di bambini, che si rivela una band da sogno. La musica come ragione di vita, un adulto un po’ stravagante e visionario che trascina una classe di ragazzi a diventare una rock-band di successo; il rock che diventa strumento per liberarsi e conquistare insieme il proprio ruolo: è tornato nei teatri italiani il nuovo tour di “School of Rock” il celebre musical che Andrew Lloyd Webber ha tratto dal film di Richard Linklater del 2003, in Italia grazie a Massimo Romeo Piparo che ne ha curato la Regia e l’adattamento. (Liriche di Glenn Slater, Testo di Julian Fellowes).

Molto impegnative sono state le prove dello spettacolo, negli studi di Cinecittà a Settembre e Ottobre, due mesi intensi, di lunghissime prove, dalle 9 alle 18 circa, per poi fare i compiti di scuola che i compagni di Vasto le mandavano ogni giorno. Ha avuto la giustificazione per l’assenza da scuola e la dirigente Scolastica prof.ssa Sandra Di Gregorio e tutti gli insegnanti sono stati molto gentili nell’accogliere la partecipazione di Maria Chiara al musical e agevolarla per quanto possibile. Finite le prove, è iniziato il tour in giro per l’Italia, nel fine settimana. Il suo ruolo nello spettacolo, che è stato in scena fino a Febbraio 2020, è stato quello di manager della band. Ha vissuto l’esperienza incredibile di vivere il musical professionale, con tanti balli, canzoni e parti recitate. L’esperienza del pubblico è stata meravigliosa, con grandi emozioni. Ma dice Chiara, la cosa più bella sono state le persone che ha conosciuto nello spettacolo. Accanto a Lillo, alias Pasquale Petrolo, in un allestimento che si pregia della direzione musicale di Emanuele Friello con la sua Orchestra dal vivo, delle scene di Teresa Caruso, delle coreografie di Roberto Croce c’è stato un ricco cast: di oltre 30 performer, tra i più talentuosi del Musical italiano, e tre postazioni di band dal vivo, con i 12 giovanissimi talenti under 14 – tra loro anche baby musicisti; il ruolo della Preside Rosalie Mullins interpretato dalla sorprendente Vera Dragone, attrice di comprovata esperienza in Teatro e nelle fiction, con un ruolo che vocalmente spazia da atmosfere alla Patty Smith alla “Regina della Notte” di Mozart; Patty Di Marco e Ned Schneebly, il vero Prof. amico da sempre del povero Dewey, interpretati rispettivamente da Selene Demaria e Matteo Guma. Per Piparo è stata naturale la scelta di adattare un testo inglese nella nostra lingua per permettere al pubblico italiano di comprenderne appieno la bellezza e la vis comica. Ma soprattutto il regista e produttore italiano ha voluto con forza accogliere nel cast di School of Rock molti dei "suoi" ragazzi: non poteva esserci commedia musicale più adatta per portare sul palco il talento di piccoli ma già bravissimi artisti.

Lo spettacolo, ha ottenuto un notevole successo in tutta Italia merito di una storia coinvolgente, veicolo efficace non solo per divertirsi ma anche per trasmettere valori importanti e positivi.

Dice Maria Chiara Iammarino che c’è stato sempre un clima di grande condivisione, rispetto, gentilezza. Si è trovato molto bene con i ragazzi che ora sono i suoi più grandi amici.

Dopo il lungo lookdown, ha partecipato ai corsi estivi all’Accademia al Sistina, durante il periodo invernale parteciperà ai master tematici sempre nell’Accademia a Roma. Ha una grande passione per il musical e vuole continuare quest’esperienza, ma le piace anche molto la matematica e l’informatica.

Non sa quali altre occasioni artistiche riuscirà a vivere. Se avrà talento potrà continuare con l’accademia del Sistina a fare altre esperienze. Con grande umiltà, accoglie la formazione di altissimo livello artistico che sta vivendo. Per lei è un sogno che si avvera.

La passione, la determinazione, la costanza, l’impegno, la voglia di sperimentarsi in nuove situazioni, il desiderio di imparare continuamente, la sua grande umiltà, il suo meraviglioso sorriso, lo stare in armonia con gli altri e con il mondo, sono la forza di Maria Chiara Iammarino. Siamo tutti certi che continueremo a sentir parlare di lei. 

crediti: foto Antonio Agostini

Rosaria Spagnuolo

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK