Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il figlio di Riina in carcere a Vasto, dove trascorrerà un anno nella sezione lavoro

Disposto il trasferimento da Padova, dove il quarantenne viveva in libertà vigilata ed era indagato per frequentazioni con spacciatori

redazione
Condividi su:

Giuseppe Salvatore Riina è giunto al carcere di Vasto dopo essere stato trasferito da Padova. Dopo la revoca della libertà vigilata disposta dal Tribunale di sorveglianza, il figlio dello scomparso boss di Cosa nostra martedì ha lasciato la città veneta per raggiungere oggi la casa circondariale di via Torre Sinello, dove dovrà trascorrere un anno nella sezione lavoro

Il figlio terzogenito di Riina era stato prelevato martedì pomeriggio dalla sua casa sita nel quartiere Arcella per essere portato in Questura. Da qui, dopo gli adempimenti legati alla nuova misura di sicurezza, era stato preso in consegna dagli agenti di Polizia e aveva cominciato il viaggio verso Vasto. 

Il provvedimento è stato deciso a seguito di un'indagine che ha accertato le sue frequentazioni con spacciatori noti alle forze dell'ordine. Condannato per associazione mafiosa a 8 anni e 10 mesi, Riina viveva in Veneto dal 2012, dove si trovava in libertà vigilata e dove svolgeva attività di volontariato in una comunità che aiuta le persone in difficoltà in regime di sorveglianza speciale. La squadra mobile di Venezia ne aveva seguito gli spostamenti dal settembre 2016 al giugno scorso, accertando le sue sistematiche violazioni dei limiti imposti dalla libertà vigilata. Negli atti delle indagini figurano ben 279 telefonate a spacciatori, incontri ravvicinati con pusher tunisini e riunioni per festini a base di droga.

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook