Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Riaprire gli accessi al mare in località La Canale e San Nicola, l'iniziativa politica

Avanti Vasto si attiva con una mozione. Interessati terreni concessi dal 1976 dalle Ferrovie, oggi di competenza della Provincia

Condividi su:

Una mozione, da votare nella prossima seduta di Consiglio comunale, per restituire a tutti i vastesi la libera fruizione delle calette sul mare di località La Canale e San Nicola.

L’ha predisposta il gruppo consigliare di maggioranza di Avanti Vasto che, stamane, ha presentato l’iniziativa in una conferenza stampa.

Con il segretario cittadino, Luigi Rampa e l’assessore Gabriele Barisano, c’erano i consiglieri comunali Maria Molino e Giovanna Paolino, poi raggiunti dal sindaco di Vasto, Francesco Menna e dal presidente dell’Anci Abruzzo, Luciano Lapenna.

“In città – ha detto tra l’altro Maria Molino – ci sono non meno di 40 famiglie vastesi che, dal 1976, godono di 44 lotti di terreno di pregio, ai margini della battigia, con splendida vista mare. Tutto questo grazie a contratti di concessione, in parte oggi smarriti, che, a prezzi irrisori, furono stipulati dalle Ferrovie dello Stato, che deteneva i terreni a ridosso della linea adriatica. Dal 2014 – ha aggiunto Molino – quei terreni sono di competenza della Provincia di Chieti che, a quanto ci risulta, starebbe per stipulare il rinnovo delle concessioni o, addirittura, si appresterebbe ad alienare quei terreni a chi li detiene.

Noi, invece, chiediamo garanzie per la città, specie in vista dell’avvio dei lavori della Via Verde, per fare in modo che gli accessi al mare, ora preclusi con tanto di cancelli e lucchetti, siano riaperti a tutti”.

Da Luigi Rampa l’appello alle altre forze politiche: “Mi auguro che vogliano votare la mozione, anche e soprattutto i 5 Stelle”. Avanti Vasto, insomma, dice stop alla speculazione e a posizioni di rendita, in danno della collettività. “Inviteremo per questo il presidente della Provincia a Vasto”, hanno aggiunto segretario e consiglieri, affinché, carte alla mano, chiarisca la situazione, visto che si parla di tariffari già pronti per la cessione di parte di quei lotti”. Luciano Lapenna, che ha lodato l’iniziativa, ha osservato: “Ferma sempre la volontà del Comune di salvaguardare l’indirizzo pubblico, bisogna rimettere ordine a tutta quella zona di pregio della costa”. Il sindaco Menna, dal canto suo, ha aggiunto: “Una battaglia dal nobile intento, come già fatto negli anni scorsi Luciano Lapenna, anche attraverso iniziative giudiziarie”.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook