Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Corre dalla mamma colta da malore e muore colpito da infarto

Dolore e costernazione per l'improvvisa scomparsa di Carlo Festa, stimato ex dipendente dell'Ufficio del Lavoro di Vasto

Condividi su:

Corre dalla mamma colta da malore e muore d’infarto. Dramma, questa mattina, a Monteodorisio, dove è morto Carlo Festa, 65 anni, stimato ex dipendente dell’Ufficio del Lavoro di Vasto

Lo sconvolgente episodio è accaduto in via San Salvatore, al civico 9, dove Festa è arrivato di corsa: la madre, Maria Galante, era a terra, distesa sul pavimento, dopo essere stata colta probabilmente da un ictus. Il figlio, col cuore in gola e in apprensione per le sorti della donna, 86 anni, ha atteso l’arrivo del 118 e, mentre i medici stabilizzavano la donna prima di sistemarla sull’eliambulanza, si è accasciato: una stretta al petto improvvisa, che non gli ha dato scampo.

Increduli gli stessi soccorritori, che, prima di dare via libera al trasferimento della donna all’ospedale di Pescara (le sue condizioni sembrano serie), hanno solo potuto constatare che per il figlio non c’era più niente da fare. Passanti e conoscenti hanno seguito quasi senza fiato l’evolvere del dramma, mentre a un amico di famiglia è toccato avvisare la moglie di Festa, Tina Raspa, stimata insegnante a Vasto. Impietriti dal dolore i figli, Edoardo e Ilaria.

“Una fine incredibile – dice addolorato il sindaco di Monteodorisio, Saverio Di Giacomo – Carlo era contento perché finalmente aveva sistemato una casetta lungo la Provinciale. Mi è toccato vederlo così, senza più vita, proprio mentre a scuola stavamo festeggiando la consegna della bandiera verde della Fee di Paolo Leonzio”. 

Il padre di Carlo, Edoardo, se lo ricordano ancora tanti in paese: insegnante, era stato a lungo segretario della Democrazia Cristiana.

I funerali del benvoluto professionista si terranno domani, venerdì 2 giugno, alle 16.30, nella parrocchia di San Giovanni Battista a Monteodorisio.

                                                                                                         

Condividi su:

Seguici su Facebook